News

Apple Watch: finalmente nei negozi

26 giugno 2015

26 giugno 2015

Fa il suo debutto, in Italia, lo smartwatch di Apple. Come molti altri modelli non può fare a meno del collegamento con lo smartphone, ma il design e qualche funzionalità interessante ne fanno uno degli oggetti più desiderati. Lo abbiamo provato per te.

Finalmente è arrivato in Italia il tanto atteso l'Apple Watch. Abbiamo provato il modello Watch e il modello Sport, entrambi con cassa da 38mm e cinturino in plastica: ecco cosa ne pensiamo.

Punto di forza: il design

Il primo aspetto a richiamare la nostra attenzione è sicuramente l'estetica: Apple sembra già essere riuscita a posizionarsi nuovamente come regina del design al suo primo tentativo.

I modelli sono tre, ognuno con diversi cinturini (pelle, metallo e plastica):

  • Watch Sport: modello base, con cassa in alluminio anodizzato, color argento o grigio. Il cinturino in fluoroelastomero è disponibile in cinque colori.
  • Watch: con cassa in acciaio inossidabile (naturale o nero). Si può scegliere tra cinturini in pelle, metallo a maglie o in fluoroelastomero.
  • Watch Edition: modello di lusso con cassa in oro 18 carati e numerosi cinturini intercambiabili.

Per ogni modello è possibile scegliere due dimensioni differenti: la cassa da 42mm oppure da 38mm. Dal punto di vista funzionale hanno infatti considerato, rispetto ai concorrenti, le diverse esigenze, sia estetiche sia pratiche, di uomini e donne, di chi fa sport, di chi va al lavoro e di chi cerca un prodotto più ricercato o di lusso. 

Ogni smartwatch, inoltre, ha lo schermo piatto con display OLED di buona risoluzione.

La "corona digitale" e altre funzionalità

Sul lato destro della cassa si trova un pulsante meccanico, chiamato "corona digitale": è la principale interazione con l’orologio e consente di scorrere la schermata, ingrandire gli elementi, attivare Siri (l'assistente vocale di Apple) o tornare indietro.

Rispetto agli altri smartwatch puoi scegliere dieci diverse modalità per mostrare l'ora e puoi personalizzare la schermata principale come preferisci, aggiungendo o eliminando elementi, come la percentuale della batteria. 

La vibrazione, al contrario di altri concorrenti, è diversa a seconda della notifica: ad esempio, quando utilizzi il navigatore, se devi girare a destra vibra diversamente da quando devi girare a sinistra, ed è una funzione molto comoda perché non devi continuamente guardare lo schermo.

Sono anche resistenti all'acqua (non abbiamo avuto problemi dopo averli testati sotto la pioggia) e possono essere immersi fino a un metro di profondità, per un massimo di 30 minuti.

Non può fare a meno dell'iPhone

L’Apple Watch è pensato per lavorare in perfetta simbiosi con l'iPhone: dallo smartphone si possono controllare le funzioni dello smartwatch e viceversa. Purtroppo non ha lo slot per la SIM o il ricevitore GPS e quindi non può essere utilizzato autonomamente. 

  • Ogni volta che arriva una mail, un messaggio o altre azioni che prevedono notifiche, l’orologio vibra leggermente. E' anche possibile assegnare suoni diversi in funzione del tipo di notifica. Oltre a visualizzare le notifiche sono anche possibili alcune interazioni in risposta, come l’invio di un emoticon per segnalare “ok”, registrare un breve messaggio o condividere la propria posizione geografica. Non ci sono problemi per leggere gli SMS, ma non è possibile scriverne uno direttamente dall'orologio. 
  • È possibile rispondere alle chiamate, a patto che l'iPhone sia nelle vicinanze, ma la qualità dell'audio non è eccellente e spesso ci sono problemi di ricezione.

  • L'App Store dello smartwatch ha solo poche app (durante il nostro test Facebook e Whatsapp non erano disponibili) e non possono essere installate senza iPhone.
  • Sempre tramite lo smartphone è possibile controllare sia la fotocamera sia la musica.

Monitorare la salute e l'attività fisica

È una delle tendenze di questi ultimi anni: misurare alcuni parametri riconducibili alla propria salute e all'attività fisica con smartphone o  smartwatch. Apple Watch integra un accelerometro per contare i passi, e in generale monitorare il movimento, e un misuratore di frequenza cardiaca. Inoltre sono installate due app: Activity, registra i dati tutto il giorno come il numero di passi, e Workout, per gli sport da fare all'aria aperta come la corsa. Attenzione, però, perché l’orologio non avendo sensore GPS deve utilizzare quello del telefono e per questo abbiamo testato le app sia collegate all'iPhone sia senza: nel primo caso i dati sono molto più precisi, nel secondo invece sono troppo approssimativi, talvolta errati. Ennesima prova che non è nato per essere utilizzato da solo. Il misuratore di battiti cardiaci, però, non funziona con app esterne, come Runtastic.

Prezzi e disponibilità

In Italia l'Apple Watch sarà disponibile a partire dal 26 giugno. Ecco i prezzi:

  • Watch Sport: a partire da 399 euro;
  • Watch: da 649 euro a 1249 euro; 
  • Watch Edition: da 18.000 euro.

In conclusione

Si tratta di uno smartwatch le cui principali funzioni integrate sono comuni ad altri concorrenti (e anzi, ha qualcosa in meno dato che non consente di inserire SIM per utilizzo senza iPhone, come altri smartwatch fanno), ma quello che fa sembrerebbe farlo bene e, soprattutto, ha dalla sua un design di altissimo livello e l’entusiasmo della comunità di sviluppatori di applicazioni che si sono già sbizzarriti e continueranno a farlo nei prossimi mesi, in modo da aumentare le funzioni disponibili.

In generale, se sei intenzionato ad acquistare uno smartwatch ricordati che la scelta tra l'Apple Watch e uno degli altri modelli già in commercio (in genere con Android) è vincolata al tipo di smartphone che possiedi. Se ancora sei indeciso se scegliere il modo Apple o il mondo Android, puoi mettere a confronto tutti i migliori smartphone in circolazione.


Scopri qual è lo smartphone migliore


Stampa Invia