News

Novità in casa Apple: presentati iPhone 6, Apple Watch, Apple Pay e iOS8

10 settembre 2014
iphone 6

10 settembre 2014

Apple ha presentato due nuove versioni del suo noto smartphone (una davvero grande), un sistema di pagamenti (Apple Pay) e un orologio (Apple Watch). Ma le novità tecnologiche sull'iPhone 6 non sembrano sconvolgenti. Disponibile in Italia dal 26 settembre: prezzi, come sempre, alti.

Come per il predecessore, anche il nuovo iPhone sarà disponibile in due versioni: iPhone 6 e iPhone 6 plus saranno ordinabili in Italia a partire dal 26 settembre, a un prezzo che parte rispettivamente da 729 e 839 euro. Come sempre, con l’introduzione dei nuovi iPhone, Apple fa “scalare” i modelli precedenti: iPhone 5S ora si può acquistare a partire da 629 euro, mentre il 5C parte da 429 euro.

Nella presentazione e nella pubblcità dei due nuovi telefoni, Apple gioca molto sul termine “grande”. In effetti entrambi sono più grandi rispetto ai modelli precedenti, seguendo il recente trend del mercato che sembra chiedere smartphone con schermi più grandi. iPhone 6 (138,1 x 67 x 6,9 mm, diagonale dello schermo da 4,7”) è più grande di circa il 27% rispetto ad iPhone 5S, ma resta nel campo degli smartphone “classici”. iPhone 6 plus invece è molto più grande: 158,1 x 77,8 x 7,1 mm, diagonale da 5,5”, ed è catalogabile come phablet. Entrambi sono più sottili di iPhone 5S (che era spesso 7,6 mm), ma più pesanti: 129 e 172 grammi contro i 112 del modello “vecchio”.

Numerose innovazioni, ma nessuna rivoluzione

Le diverse dimensioni dello schermo suscitano un interrogativo riguardo a come le vecchie app verranno visualizzate. Non dovrebbero esserci grossi problemi a riguardo, dato che è presente una modalità di compatibilità e che comunque molti produttori si presume adatteranno le proprie app anche a questi nuovi schermi. Tra gli altri aspetti legati alle dimensioni dello schermo del 6plus, è presente una modalità chiamata “reachability”, che ha lo scopo di  aiutare a utilizzare un apparecchio di queste dimensioni anche a chi è abituato a usare il telefono con una mano sola. Nella tastiera sono stati introdotti alcuni tasti aggiuntivi (ad esempio per rendere più semplice il copia e incolla). Dovrebbero poi esserci due modalità di visualizzazione: una che permette di visualizzare più informazioni sullo schermo, e un’altra che ne visualizza un po’ meno ma più in grande. Per il resto sono state introdotte numerose innovazioni tecniche, come un nuovo processore, nuovi sensori (è presente anche un barometro), una nuova fotocamera, ma ormai si tratta sempre di innovazioni tanto complesse dal punto di vista tecnico quanto “scontate” dal punto di vista dell’utenza.

Per un giudizio sulla qualità di queste e altre innovazioni e sulla qualità complessiva dei nuovi iPhone aspettiamo le nostre prove di laboratorio. Nel frattempo, se sei interessato, puoi scoprire i risultati dei nostri test, e il parere dei nostri esperti, su quasi tutti i modelli di smartphone che trovi nei negozi, puoi mettere a confronto i dispositivi e scoprire il negozio (online e tradizionale) dove puoi acquistare il modello che hai scelto al prezzo più conveniente.


Confronta gli smartphone


Apple Pay, Apple Watch e iOS8

Apple ha dedicato una grossa fetta della presentazione anche al lancio di Apple Pay, un nuovo sistema per il pagamento digitale, e di Apple Watch, uno smartwatch da tenere al polso. Apple Pay sembra interessante, non tanto dal punto di vista tecnologico (usa dei chip NFC, presenti da tempo in molti altri telefoni) quanto per il fatto che Apple ha saputo mettere insieme un grosso numero di partner commerciali che a quanto pare saranno disposti a utilizzare questo sistema di pagamento. La cosa però per il momento non ci riguarda, essendo confinata agli USA.

Lo smartwatch è quello che ha sollevato il maggior numero di interrogativi durante la presentazione. E’ il primo nuovo prodotto che Apple lancia dall’introduzione dell’iPad, ormai più di quattro anni fa. Alcune delle caratteristiche mostrate sono interessanti, altre, come la necessità di accoppiarlo ad iPhone, lasciano più perplessi. Ma proprio il ricordo dello scetticismo che accompagnò il lancio di iPad, scetticismo spazzato via dal grandissimo successo di quel prodotto, induce tutti i commentatori ad andarci coi piedi di piombo con le critiche; di certo il mancato riferimento alla durata della batteria non è passato inosservato. D’altro canto, Apple ha annunciato che il prodotto sarà lanciato nei primi mesi del 2015, quindi avremo senz’altro modo di chiarici le idee nei prossimi mesi a proposito dei pro e contro di questo apparecchio.

Concludiamo con la novità che è stata solo accennata ma che forse interessa il maggior numero di persone: la nuova versione del sistema operativo, iOS8, installabile sugli iPhone a partire da 4S e sugli iPad a partire dal 2, sarà disponibile a partire dal 17 settembre. Come sempre lo proveremo appena possibile e come sempre vi suggeriamo di aspettare qualche tempo prima di procedere con l’aggiornamento.


Stampa Invia