News

Cassazione: il telefono è molesto, l'email no

01 settembre 2010

01 settembre 2010
Che la legge italiana incontri ancora difficoltà a classificare chiaramente i nuovi mezzi di comunicazione in base alla loro natura tecnologica è un dato di fatto. La Cassazione, ribaltando una sentenza del Tribunale di Cassino (che aveva condannato un uomo per molestie via email a una signora), ha stabilito che la comunicazione via posta elettronica non può essere assimilata a quelle telefonica. La differenza sta nella “asincronia” che la comunicazione via email avrebbe contrariamente a quella via telefono: in pratica, se agli insulti alla cornetta non ci si può sottrarre prima di aver capito chi ce li manda, una email può sempre essere cestinata.

Stampa Invia