News

Cellulari: roaming meno caro con l'Eurotariffa

01 luglio 2009

01 luglio 2009

Finalmente chiamare con il proprio telefonino da uno qualsiasi dei Paesi europei in Italia avrà costi bene precisi e nella maggior parte dei casi più convenienti di quelli finora imposti dagli operatori italiani.

Finalmente chiamare con il proprio telefonino da uno qualsiasi dei Paesi europei in Italia avrà costi bene precisi e nella maggior parte dei casi più convenienti di quelli finora imposti dagli operatori italiani. Dal 1°luglio, infatti, è in vigore la cosiddetta Eurotariffa, ovvero i massimali stabiliti dalla Commissione Europea per le tariffe di roaming internazionale.

La Comunità Europea, dopo un attento studio dei costi industriali del traffico telefonico mobile, ha stabilito una serie di tariffe massime accettabili dal mercato (ovvero che permettano comunque agli operatori di guadagnare ma senza pesare troppo sulle tasche dei consumatori), uguali per tutti i paesi dell'Unione. Da una nostra indagine però risulta che questi massimali sono sistematicamente più convenienti (tranne in caso di traffico particolarmente intenso) delle tariffe fino ad oggi applicate dai vari piani tariffari di roaming di Tim, Vodafone, Tre e Wind. Ciò significa che i nostri gestori di telefonia mobile hanno lucrato fino a questo momento con tariffe scandalosamente alte e del tutto fuori mercato.

Roaming, tariffe internazionali e nazionali: un paradosso
Purtroppo l'Eurotariffa riguarda esclusivamente le tariffe di roaming; i costi, quindi, di una chiamata (o di un sms) dall'Italia verso un Paese Europeo (ovvero la semplice tariffa internazionale) rimangono invariati, così come quelli nazionali, ovviamente. Ciò viene a creare un paradosso che è facile spiegare attraverso l'esempio dei costi sugli sms: grazie all'Eurotariffa, mandare un messaggino da un Paese europeo all'Italia non dovrà costare più di 13 centesimi; il contrario (ovvero dall'Italia all'estero) continuerà a costare invece 30 centesimi, perché la semplice tariffa internazionale non subirà modifiche. Paradossale inoltre il fatto che inviare un sms dall'estero in Italia (13 centesimi) costerà sempre meno di inviarne uno in Italia dall'Italia (con le normali tariffe nazionali) che, per la quasi totalità delle tariffe proposte sul mercato, costa 15 centesimi a messaggio.

Eurotariffa e promozioni per l'estate a confronto
In questa tabella, abbiamo messo a confronto l'Eurotariffa (prima riga) con le tariffe di roaming internazionale proposte ad oggi dai vari operatori (tra tariffe standard e promozioni in corso per le vacanze), immaginando quattro profili di consumo:

Piano tariffario 5 chiamate da 20", 5 sms e 5 ricevute da 30" 10 chiamate da 50", 10 sms e 5 ricevute da 50" 10 chiamate da 1' 30", 10 sms e 5 ricevute da 50" 10 chiamate da 6' 15", 15 sms e 10 ricevute da 3' 30"
Costo in euro Indice Costo in euro Indice Costo in euro Indice Costo in euro Indice
EUROTARIFFA 2,09 100 6,57 100 10,01 100 42,21 177
TIM
Carta Vacanze Europa 13,09 626 18,23 278 18,30 183 23,83 100
Senza Confini Europa 13,87 663 20,63 314 24,50 245 53,50 225
Roaming standard 5,04 241 11,97 182 15,63 156 51,88 218
VODAFONE
Passport con Più Carica 12,72 608 21,23 323 22,30 223 36,15 152
Roaming standard 5,33 255 9,34 142 13,48 135 49,53 208
WIND
Easy Roaming 11,43 547 17,55 267 18,55 185 33,73 142
Roaming standard 6,09 291 14,07 214 17,73 177 55,03 231
TRE
Roaming standard 5,09 244 12,07 184 15,73 157 52,03 218

Come si può notare, l'Eurotariffa è quasi sistematicamente la più conveniente e garantisce una tariffa in moltissimi casi migliore rispetto alle stesse offerte pubblicizzate dagli operatori.
Inoltre rischia di restare un paradosso il fatto che a un italiano conviene di più, ad esempio, chiamare dalla Francia all'Italia che dall'Italia alla Francia.

Il Garante prenda esempio
Finalmente l'Eurotariffa ha imposto agli operatori, almeno sul piano del roaming internazionale, un abbassamento dei costi (cosa che autonomamente non avrebbero mai fatto) e tariffe più convenienti per il consumatore. Ci auguriamo che l'Autorità Garante per le comunicazioni, che finora aveva chiuso anche più di un occhio, faccia tesoro della lezione imposta dalla Commissione Europea. Noi comunque vigileremo sui tempi e le modalità con cui l'Eurotariffa sarà applicata in Italia.


Stampa Invia