News

Telefonia e coronavirus: ritirato l'emendamento per stoppare la portabilità

Una vittoria di Altroconsumo, ma soprattutto una vittoria dei consumatori e della loro libertà di scelta, anche in questo momento difficile. L'emendamento al Cura Italia che avrebbe vietato di cambiare operatore telefonico per tutta la durata dell'emergenza è stato ritirato. Avevamo condotto la nostra battaglia contro l'emendamento scrivendo alle istituzioni e mobilitando gli utenti sulla nostra community.

  • di
  • Luca Cartapatti
02 aprile 2020
  • di
  • Luca Cartapatti
Emendamento vittoria

"Sono altresì sospese tutte le operazioni di portabilità di numeri fissi e mobili nonchè la generazione di nuovi numeri che non siano in corso, salvo nel caso sia necessario all’attivazione di nuove connessioni". Così recitava l'incredibile emendamento al Cura Italia, approdato (probabilmente su suggerimento di alcuni operatori di telefonia) nelle scorse ore in Commissione bilancio del Senato e ora ritirato.

Un provvedimento che se fosse passato, avrebbe impedito agli utenti di cambiare operore telefonico per tutta la durata dell'emergenza coronavirusa. Una proposta dannosa per la concorrenza e le possibilità di scegliere da parte dei consumatori, in un momento in cui internet e le telecomunicazioni sono fondamentali per i cittadini costretti a rimanere a casa o a telelavorare 

Chi ha propsto l'emendamento in Commissione aveva motivato questa proposta con la necessità di tutelare dal coronavirus il personale delle varie compagnie. Noi siamo per la tutela dei consumatori, trattandosi di servizi essenziali, ma abbiamo grande attenzione anche a quella dei lavoratori che sono chiamati (seppure a ranghi ridotti e con le dovute precauzioni) a garantire tali servizi. Tuttavia, in questo caso, la portabilità del numero è un'operazione che può essere fatta da remoto (da un operatore al telefono oppure online). 

La nostra battaglia

Avevamo scritto al Ministero dello sviluppo economico e alle Commissioni bilancio e comunicazioni del Senato, per esprimere la nostra contrarietà a questa iniziativa. Al nostro fianco, per spingere perché fosse ritirata una proposta che, approfittando di una crisi sanitaria senza precedenti mirava a menare le basi della concorrenza, abbiamo avuto  realtà come Associazione CopernicaniIstituto  Bruno Leoni e AIIP (Associazione Italiana Internet Provider)

Ma non solo, abbiamo anche aperto la discussione a tutti gli utenti sulla nostra community sulla telefonia. Un grazie a tutti quelli che hanno partecipato.