News

LG G Watch: costoso e con troppi limiti

08 settembre 2014
lg g watch

08 settembre 2014

Il primo smartwatch di LG con sistema operativo Android Wear non convince a pieno. La scarsa durata della batteria, la possibilità di installare un numero limitato di applicazioni e il prezzo elevato lo rendono un gadget di cui si può fare tranquillamente a meno.

Il primo smartwatch di casa LG si presenta con un design piuttosto semplice. È impermeabile e resistente ai graffi ma, come per tutti gli smartwatch attualmente in circolazione, la scarsa durata della batteria è sicuramente un primo aspetto negativo: con un utilizzo medio, infatti, sarà necessario ricaricarlo praticamente ogni notte.  Per poter configurare il G Watch è necessario installare Android Wear, un'applicazione disponibile solo se sul tuo smartphone hai precedentemente installato la versione 4.3 di Android. L'installazione del sistema operativo e la sincronizzazione con lo smartphone sono operazioni che possono risultare un po' complicate: per portare a termine questa fase preliminare sono necessari circa 20-30 minuti. Smartphone e smartwatch comunicano via blutooth: sarà quindi indispensabile tenere il telefono sempre in tasca.

Pro e contro

La visibilità dello schermo è ottima sia al buio che in presenza di luce. Solo quando la luce del sole è diretta sullo schermo la visibilità risulta un po' limitata, ma è comunque buona. LG non ha seguito l'onda dell’attuale maggior competitor, il Samsung Galaxy Gear 2, e non ha introdotto una fotocamera. Nel G Watch tutto funziona tramite touch screen e basta sfiorare lo schermo per attivare i comandi vocali. Una volta collegato a internet, il G Watch può essere comandato vocalmente: è quindi possibile navigare, prendere appunti e inviare sms. Lo schermo dello smartwatch consente di accettare o rifutare una telefonata, ma per rispondere fisicamente alla chiamata è necessario utilizzare il telefono. La funzione di contapassi è tra quelle pre-installate, mentre è possibile installare un numero limitato di applicazioni aggiuntive come meteo e gps.

Un oggetto per appassionati, ma troppo costoso

Smartphone e G Watch sono indipendenti: questo può costituire un punto a sfavore dello smartwatch di LG, perché le batterie di entrambi i dispositivi, con l'uso continuato del bluetooth, si esauriscono in fretta. Gli appassionati di tecnologia apprezzeranno quest'ultima trovata anche se, al lato pratico, non presenta nessun valore aggiunto. Tutto quello che si può fare con lo smartwatch è possibile farlo con lo smartphone. Con un prezzo d'acquisto di 199 euro, forse è preferibile acquistare un buon orologio e continuare a usare lo smartphone per tutte le altre operazioni.

Proprio in questi giorni all'IFA di Berlino sono stati presentati diversi nuovi smartwatch che presto testeremo. Tieni sott'occhio la nostra pagina sugli smartphone per gli aggiornamenti.


Stampa Invia