News

Vodafone: aumentano le tariffe base. Ecco come recedere senza penali

05 aprile 2017
tariffe vodafone

05 aprile 2017
Con un sms Vodafone annuncia ad alcuni suoi clienti che dal 18 aprile le tariffe base subiranno un aumento. In sostanza si pagheranno 2 euro in più al mese. Hai tempo 30 giorni dalla ricezione del messaggio per recedere dal contratto senza penali.

Il messaggio che alcuni clienti vodafone si sono visti arrivare sul proprio cellulare è questo: “Dal 18/4 cambiano le condizioni economiche del piano base della tua sim, che avrà un costo di 49 cent/settimana in più, addebitati anticipatamente ogni 4 settimane. Restano invariate tutte le altre condizioni economiche. I minuti, sms e dati nella tua offerta non cambiano”.

In realtà si pagheranno oltre 2 euro in più al mese

Scrivere che la tariffa base aumenta di 49 centesimi a settimana è un modo carino e un po’ articolato per non dire che l’aumento sarà di oltre 2 euro al mese. Che fare quindi? Se non fai nulla, il 18 aprile subirai la variazione imposta dall’operatore. Il nostro consiglio è quello di controllare che sul mercato non siano presenti offerte migliori di quelle di Vodafone o della tua attuale tariffa per il cellulare. Abbiamo analizzato i prezzi e le condizioni di tutti gli operatori presenti sul mercato per aiutarti a fare la scelta più conveniente.

Confronta le tariffe per il cellulare

Ad aumentare è la tariffa base non l’opzione

L'aumento di cui parla Vodafone nel messaggio riguarda la tariffa base e non l'opzione che hai attualmente sul tuo numero. Di solito siamo portati a credere che l'opzione (cioè la promozione che a fronte di un determinato pagamento periodico ci mette a disposizione minuti, sms e giga) sia in realtà la tariffa base. Ma non è così. Facciamo un esempio. Ad oggi con Vodafone si può attivare una sola tariffa base che si chiama Vodafone 19 mentre le opzioni sono Vodafone Super, Digital oppure Start (e altre). Queste opzioni vengono applicate alla tariffa base. Il consiglio è quindi quello di andare sul sito dell'operatore e di controllare, nella tua area personale, che tipo di tariffa base hai e qual è la tua opzione.

Come recedere dal contratto senza penali

Non c'è modo di rifiutare la variazione imposta da Vodafone. Secondo la legge, infatti, gli operatori hanno facoltà di modificare le condizioni dei propri contratti in qualsiasi momento, purché ne diano comunicazione almeno 30 giorni prima della loro entrata in vigore (condizione in questo caso rispettata da Vodafone). In questo lasso di tempo, il consumatore ha diritto di recedere dal contratto o di passare a un altro operatore senza penali e senza spese. Il consiglio in questi casi è sempre quello di confrontare tutte le tariffe cellulari presenti sul mercato e scegliere quella più conveniente per te.

Vodafone ti offre anche la possibilità di cambiare tariffa restando con lo stesso operatore. La tariffa però non la scegli tu, ma te la impone Vodafone che ne ha creata una apposta per l’occasione. Si chiama Vodafone 25: chiami a 25 centesimi al minuto più 20 centesimi di scatto alla risposta; gli sms costano 29 centesimi mentre gli mms 1.30 euro. La mazzata decisiva, però, la prendi se decidi di navigare perché pagheresti 6 euro al giorno per 1 giga. Vodafone ti “regala” anche l’opzione Sunday che ti dà la possibilità di chiamare gratis e di navigare fino a 2 giga ogni domenica. Ma, non si capisce se è per sempre o per un tempo limitato ed è attivabile solo se accetti l’aumento della tariffa base. In generale possiamo dire che questa proposta di Vodafone conviene solo a chi riesce sempre a stare nei limiti della propria opzione. Se sei uno che anche raramente sfora i minuti o i giga messi a disposizione dall'opzione, è meglio valutare un'altra alternativa. 

Tieni sempre presente che un operatore che periodicamente cambia le proprie condizioni come sta facendo Vodafone in questo periodo è poco affidabile, nel senso che evidentemente le condizioni che ci propone oggi potrebbero tranquillamente essere cambiate domani. Meglio passare a un operatore che le rimodulazioni non le fa.


Stampa Invia