News

Nokia 808 PureView

12 settembre 2012

12 settembre 2012

Più fotocamera che smartphone. Nokia punta sulla tecnologia fotografica con un sensore da 41 megapixel: un inedito per un telefono. La qualità delle immagini è eccezionale per un cellulare, ma il resto non raggiunge il livello dei concorrenti.

Smartphone o fotocamera: perché scegliere? Nokia tenta di combinare il meglio dei due. Ma, se il dispositivo fotografico è un successo, l’uso del telefono in sé è meno convincente. Un apparecchio, dunque, impressionante da un lato, un po’ deludente dall’altro.

Un classico smartphone touchscreen
Piuttosto classico per uno smartphone Nokia, il PureView possiede un discreto schermo touch, piuttosto grande, e tre pulsanti sotto lo schermo stesso. Quanto a luminosità, però, i concorrenti come l’iPhone 4S mantengono senz’altro il primato. Il PureView è più spesso degli altri smartphone - specialmente per via della fotocamera posizionata nella parte posteriore - e possiede una memoria interna di 16 GB, espandibile grazie a un lettore di schede micro-SD. È inoltre munito di una buona antenna, che permette un’eccellente ricezione. Il sistema operativo è l’OS Symbian^3, di minore qualità rispetto ad altri. In effetti i comandi non sono sempre intuitivi e ci vuole un minimo di tempo prima di abituarsi all’uso del telefono. In confronto, Windows Phone 7.5 che si trova nel Nokia Lumia, è molto più facile da imparare. Nell’insieme, possiamo comunque dire che il Nokia PureView è un buon telefono.

Un sensore foto da record
È la prima volta che su uno smartphone troviamo un sensore da 41 megapixel (quelli effettivi sono 38 nel formato 4:3 e 34 nel formato 16:9). Potrete dunque ingrandire e avere un dettaglio della foto scattata, senza perdere la qualità dell’immagine. Il livello di dettaglio a cui si può arrivare senza perdere nitidità è davvero notevole: è come avere uno zoom molto potente che si può applicare sulla foto dopo averla scattata. L’apparecchio non possiede zoom ottico, ma una tale definizione permette di avere un sistema equivalente allo zoom: ogni foto pesa circa 10 MB. L’apparecchio è di qualità eccellente da questo punto di vista, il livello di contrasto e nitidezza sono superiori a tutti gli altri smartphone e le foto prodotte sono di alto livello. È inoltre possibile diminuirne le dimensioni a 8 megapixel, operazione che permette di ridurre il “rumore” digitale, presente ad alte sensibilità. Anche sulla parte frontale del telefono è presente un sensore fotografico, che permette di fare le videochiamate. Ma la perfezione non esiste (non ancora almeno!): se la reattività del Nokia PureView è molto buona una volta messo a punto il fuoco, l’autofocus, invece, richiede un po’ più di tempo, pur restando migliore rispetto alla maggioranza degli altri smartphone.

Applicazioni deludenti
Come su tutti gli apparecchi Nokia, l’applicazione Nokia Maps è presente gratuitamente nel cellulare. Basta scaricare le mappe in anticipo e l’uso del GPS sarà possibile senza connettersi a internet, dunque gratis. Se siete “web-dipendenti”, inoltre, sarete senza dubbio un po’ delusi dal browser, non molto facile da usare. Non avrete chissà quali problemi, ma Symbian^3 offre sicuramente meno possibilità rispetto all’ iOS dell’iPhone e all’OS Android. Da non dimenticare la durata della batteria, che quando si usa internet non è un granché: in modalità GSM, infatti, arriva a più di 12 ore, in modalità 3G (la tecnologia che consente di navigare in rete), invece, ad appena 6. A questo punto, il Samsung Galaxy III S è di gran lunga superiore, con più di 12 ore di autonomia in modalità 3G. Il Nokia PureView è purtroppo penalizzato dalla povertà del portale di applicazioni Ovi Store dell’OS Symbian^3 di Nokia: la scelta limitata di applicazioni costituisce, senz’altro, un reale handicap per un buon uso dell’apparecchio. Un peccato.

Promosse le foto, bocciato il sistema operativo
Cercate un buon dispositivo fotografico abbinato al vostro smartphone? Probabilmente avete trovato quello che fa per voi. Per il resto, anche se si tratta di un buon telefono, non apprezziamo l’uso dell’OS Symbian^3, ormai superato. Tenendo conto delle 650 euro, o quasi, che dovrete sborsare, non ci vediamo più che un primo tentativo, piuttosto che un futuro successo di Nokia.


Stampa Invia