News

Arriva Android 6, per ora solo sui nuovi Nexus

02 ottobre 2015
android

02 ottobre 2015

Google annuncia i due nuovi smartphone Nexus, per il momento gli unici ad avere il nuovo Android 6 Marshmallow. Con questa ultima versione, quando installeremo una app, saremo noi finalmente a decidere quali funzioni del nostro telefono potrà utilizzare. Presentati anche i Chromecast, per portare audio e video dallo smartphone a tv e stereo.

Google ha presentato una serie di novità per la sua linea di prodotti legati al mondo degli smartphone e dell'intrattenimento digitale. È stato annunciato l'imminente lancio della nuova versione di Android, due nuovi smartphone della linea Nexus, e i dispositivi Chromecast per la fruizione domestica dei contenuti multimediali.

Android 6 Marshmallow: le novità

Android è il sistema operativo per smartphone più diffuso al mondo. Tra le novità presenti nella versione 6 quella su cui Google ha presentato con più enfasi è la funzione Google now on tap, che permette di effettuare ricerche contestualizzate all'interno della singola App che si sta visualizzando in quel momento sullo schermo.

Noi siamo più contenti, invece, di vedere un'altra funzionalità, presente già da tempo sui dispositivi della concorrenza: la possibilità di concedere o negare alle app le autorizzazioni per usare singole funzioni di sistema. Fino a oggi, installando un'app, veniva mostrato un elenco di tutte le funzioni di sistema che l'app pretendeva di utilizzare ed era possibile solo accettarle tutte o rifiutare l'installazione. Con Android 6 questo cambia e sarà possibile, ad esempio, installare un'app senza concederle la possibilità di usare le informazioni sulla nostra rubrica o sulla nostra posizione geografica. Interessante anche la funzione Doze, che promette un incremento della durata della batteria.

A confronto con Apple

Per quanto riguarda la distribuzione del nuovo OS, è impossibile non fare un parallelo con l'analoga presentazione fatta da Apple qualche settimana fa. Apple, come sempre, ha annunciato una data a partire dalla quale la nuova versione sarà installabile su tutti gli iPhone venduti a partire da una certa data (in genere 3 o 4 anni addietro). Google ha invece annunciato che Android 6 sarà disponibile dalla prossima settimana ma, come al solito, sarà installabile solo su un numero limitatissimo di dispositivi: solo alcuni Nexus. Per vederlo anche sui dispositivi Android più diffusi quali Samsung, Huawei, Sony etutti gli altri smartphone android che abbiamo messo nel nostro test comparativo, bisognerà come minimo aspettare settimane o mesi e in molti casi l'aggiornamento non arriverà mai, anche su dispositivi piuttosto recenti. Questo problema è da tempo noto agli addetti ai lavori, ma vale la pena ribadirlo, trattandosi del principale punto dolente di Android; ci auguriamo che Google trovi in futuro un modo per risolverlo.

I nuovi Nexus targati LG e Huawei

Questo ci porta al lancio dei due nuovi modelli Nexus. I Nexus sono una linea di telefoni che si distingue per avere una versione “pura” di Android, priva delle personalizzazioni che i vari produttori apportano per distinguersi gli uni dagli altri. Questo fa sì che siano sempre i telefoni su cui le nuove versioni di Android sono installabili per prime. Google non agisce come costruttore, ma si appoggia di anno in anno ai più noti produttori: in passato telefoni e tablet della linea Nexus sono stati costruiti da Htc, Samsung, Motorola e altri ancora. I due modelli di quest’anno sono il 6P, un phablet prodotto in collaborazione con Huawei, e il 5X, prodotto insieme a LG.

Le specifiche di costruzione però sono strettamente controllate da Google, tant’è che questi apparecchi si distinguono anche come aspetto dagli altri costruiti dalle rispettive case madri. In generale si tratta di apparecchi con buone caratteristiche e prestazioni e prezzi medi. In passato i vecchi modelli hanno ottenuto punteggi buoni nelle nostre classifiche, pur senza primeggiare. Se vuoi dare un'occhiata a pregi e difetti di questi modelli consulta il nostro test.


Vai al test sugli smartphone


A giudicare dalle specifiche anche questi due nuovi apparecchi dovrebbero seguire una sorte simile (segnaliamo una fotocamera da 12.3 Megapixel con pixel più grandi e l’introduzione di un nuovo tipo di presa per la ricarica e i dati, più comoda e veloce). In generale sono telefoni consigliati a chi vuole avere sempre la versione più aggiornata di Android. Attualmente non sono ancora in vendita, ma quando lo saranno si potranno acquistare dal Play Store di Google, sezione Dispositivi. Come sempre li sottoporremo il prima possibile ai nostri test.

Chromecast: dallo smartphone al salotto

Gran parte del materiale audio e video oggi risiede sui nostri pc, tablet o smartphone. Ma per la loro fruizione, continuiamo a preferire la comodità della tv del salotto o dello stero in camera. I Chromecast sono dispositivi che fanno da ponte. Chromecast per la Tv è un piccolo aggeggio che va collegato al televisore e permette di trasmettere su di essa via wifi video, musica ma anche giochi presenti sullo smartphone, sul tablet o sul pc. È compatibile non solo con dispositivi Android, ma anche con iPhone, iPad e con i computer portatili con Windows e Mac. Chromecast Audio fa una cosa simile, ma per la musica: lo si collega a degli altoparlanti che a loro volta possono essere usati per ascoltare musica proveniente da pc e dispositivi portatili, musica sia archiviata nel dispositivo, sia proveniente da servizi online come Spotify o Google Music (ma non Apple Music). Entrambi i dispositivi sono già in vendita sul Play Store di google al prezzo di 39 euro.


Stampa Invia