News

Samsung Blue Earth: cellulare ecologico che non convince

04 giugno 2010

04 giugno 2010

Si ricarica con un pannello solare e non ha sostanze inquinanti. E' ciò che promette Blue Earth, il nuovo telefonino "verde" di Samsung. Noi lo abbiamo provato e abbiamo scoperto che non tutte le promesse ecologiche sono mantenute.

Si ricarica con un pannello solare e non ha sostanze inquinanti. E' ciò che promette Blue Earth, il nuovo telefonino "verde" di Samsung. Noi lo abbiamo provato e abbiamo scoperto che non tutte le promesse ecologiche sono mantenute.

Aiuta, ma non basta
Il Blue Earth (279 euro) è dotato di un piccolo pannello solare (collocato sul retro) che dovrebbe, nelle intenzioni del produttore, contribuire a prolungare i tempi di autonomia della batteria. Stando alle nostre prove, però, aspettate a buttare il vecchio caricabatteria. Per caricare per intero la batteria di questo Samsung occorrerebbe lasciarlo al sole ben 77 ore (sperando in qualche bella giornata primaverile e senza nuvole), anche se le istruzioni nella scatola raccomandano di non lasciarlo al sole "troppo a lungo"; abbiamo allora deciso di provare a lasciarlo in carica per circa un'oretta: risultato? Ci è bastato solo parlare al telefono non più di 6 minuti (secondo Samsung dovevano essere ben 25).

Ecologico a parole
La nota positiva è che la cover di questo cellulare è fatta intermente in PCM (Post Consumer Material) ovvero un materiale derivato da bottiglie di plastica riciclata. Non è poco, certo, ma la novità ecologica finisce qui; perché se è vero che il produttore dichiara l'assenza di sostanze inquinanti come ritardanti di fiamma bromurati e ftalati, è anche vero che i primi sono vietati per legge nei prodotti elettronici e i secondi già da un po' non sono più presenti in nessun cellulare.

Un buon telefono
Venendo ai dati tecnici, si tratta di un buon cellulare anche se con qualche difetto. Lo schermo (touchscreen), per esempio, è ampio e ideale per le foto (con una risoluzione di 240 x 400 pixel); tuttavia tende a rovinarsi (e rigarsi) poiché non è adeguatamente protetto. Ha due fotocamere digitali (a dire il vero poco versatili) integrate: una da 3,2 megapixel per le foto e la seconda per le videochiamate. La qualità dell'audio (durante la chiamata) è buona, ma se si utilizza la funzione mp3, la radio o si vede un video in streaming, conviene utilizzare un cuffia di buona qualità.

Gps senza voce
Il browser a disposizione per navigare in internet è accettabile; pessimo invece il servizio per leggere e mandare email. Il Blue Earth ha una versione di Google Maps preinstallata che si integra molto bene tanto con il sistema gsm e umts e soprattutto con il dispositivo gps integrato. In questo modo, Google Maps è in grado di visualizzare mappe, calcolare percorsi e mostrare il tutto sullo schermo (sufficientemente ampio) del telefonino, ma mancano le indispensabili indicazioni audio sul percorso calcolato.


Stampa Invia