News

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge: troppo simili all'iPhone

14 maggio 2015
samsung

14 maggio 2015

Linee curve e di grande impatto, ma anche più risoluzione e velocità di calcolo. Addio però a memoria espandibile e batteria sostituibile dall’utente. Insomma, i nuovi Galaxy sono sempre più simili a un iPhone, anche nel prezzo. Pregi e difetti dai test in laboratorio.

Samsung Galaxy S6 e S6 Edge sono i due nuovi modelli di punta del produttore coreano. La prima differenza rispetto ai precedenti modelli è nei materiali di costruzione: via la plastica in favore di una struttura in metallo. Struttura che, va detto, per quanto riguarda l'S6 ricorda moltissimo quella di iPhone 6, mentre l’Edge è più originale, grazie alla lieve curvatura presente su entrambi i margini dello schermo, che è come se “debordasse”, come l’acqua da una piscina di lusso. La vera novità introdotta, rispetto al passato, è la batteria integrata ma soprattutto la mancanza di una collocazione per le schede di memoria esterna: in questo sono adesso simili agli iPhone, ma a nostro avviso è davvero un peccato e si tratta di un piccolo passo indietro.

In un video abbiamo raccolto pregi e difetti emersi testando questi dispositivi in laboratorio.

Video Block

Sistema operativo, schermo e fotocamera

Entrambi i modelli funzionano con Android 5. Analizzando il menu delle impostazioni, presentato in maniera chiara e funzionale, si nota che rispetto al modello precedente Galaxy S5, sono assenti alcune funzionalità: si tratta di un evidente tentativo di semplificare le cose, sacrificando alcune opzioni che probabilmente non erano molto utilizzate dagli utenti, come DLNA o MHL (utili per la condivisione di contenuti multimediali o la trasmissione di segnali video attraverso USB).

Il grande schermo da 5,1”, con risoluzione pari a 1440 x 2560 pixel è di qualità molto elevata: la luminosità è buona come la leggibilità laterale. La qualità audio dell’altoparlante integrato seppur mono è comunque decisamente più alta di quella dei modelli precedenti, come l’ S5 o i modelli della serie Note. Anche le fotocamere di entrambi i modelli sono valide, si notano dei miglioramenti soprattutto in condizioni di luce scarsa.

Ottimi telefoni ma a che prezzo?

In sostanza possiamo senz’altro dire che i due modelli (S6 e S6 Edge) sono piuttosto simili tra loro; l’unica differenza sta nelle forme più arrotondate di quest’ultimo; in particolare la parte curva dell’Edge può essere usata per indicare alcune chiamate da numeri preferiti (con colori diversi), per l’indicazione di telefonate non risposte ed email oppure ancora come orologio. Un lieve svantaggio determinato dai bordi curvi è che la visibilità laterale è minore, per esempio nella consultazione di mappe, e che sorgenti luminose possono provocare un effetto specchio non piacevole.

In generale, comunque, sono telefoni di grande qualità che non si distaccano dai modelli Galaxy precedenti, già molto validi. Innovazioni spettacolari non ce ne sono, ma segnaliamo comunque la possibilità di effettuare cariche per induzione, cioè senza bisogno di collegare l’apparecchio alla rete elettrica tramite cavi ma sfruttando appositi caricatori “wireless”.

L'unica nota negativa è il prezzo decisamente troppo elevato. Dai 600 ai 900 euro per l'S6 e da 700 a 900 euro circa per l'Edge.



Stampa Invia