Recensioni

Abbiamo provato Samsung DeX, il dispostivo che trasforma lo smartphone in pc

28 giugno 2017
Test sul nuovo Samsung DeX

28 giugno 2017
Dopo aver sostituito fotocamere e navigatori, ora gli smartphone provano a farci dimenticare del pc. È il caso di DeX, la docking station in grado di trasformare i nuovi Samsung S8 e S8+ in un computer a tutti gli effetti. L'impressione generale è positiva: ecco nel dettaglio come sono andate le nostre prove.

Si chiama DeX ed è il nuovo sistema che permette di utilizzare i nuovi smartphone Samsung come un computer. Infatti il nome DeX sta per "Desktop Experience" ed è, di fatto, una docking station. Il dispositivo, lanciato assieme agli ultimi smartphone Samsung Galaxy S8 e S8+ (che sono anche gli unici modelli compatibili), è venduto a un prezzo di listino 150 euro, con qualche ricerca online è possibile trovarlo presso diversi rivenditori a un prezzo di 91 euro. Dopo aver sostituito fotocamere e navigatori satellitari, adesso l'obiettivo degli smartphone sembra essere diventato quello di farci dimenticare dei computer. Ci riusciranno? Abbiamo provato a capire meglio cos'è DeX e come funziona.

Come iniziare a utilizzare DeX 

Per iniziare a utilizzare la docking station, sono sufficienti alcuni semplici passaggi:

  • DeX deve essere collegato a una presa di corrente, tramite un connettore USB-C che non viene fornito nella confezione. È comunque possibile utilizzare quello degli smartphone Samsung S8 e S8+,
  • Tramite un cavo HDMI (non incluso nella confezione) il dispositivo deve essere collegato a un televisore o a uno schermo del pc,
  • A questo punto nella docking station va inserito uno dei due nuovi modelli Samsung, il Galaxy S8 o l'S8+,
  • Per semplificare l'utilizzo, è quindi possibile collegare un mouse o una tastiera, utilizzando le due porte USB,
  • L'installazione è piuttosto semplice: sono sufficienti pochi secondi, lo schermo diventa nero e, quindi, si inizia a vedere il contenuto dello smartphone sullo schermo.

I risultati dalle prove di utilizzo

Una volta collegato al monitor, il display appare piuttosto simile a un desktop di Windows, con la barra delle applicazioni nella parte inferiore dello schermo. Da qui è possibile visualizzare le icone delle applicazioni aperte, lo stato della batteria, il calendario, l'ora e tutte le altre funzionalità dello smartphone. Navigare su internet risulta piùttosto agevole, la procedura da browser risulta semplice e senza intoppi, molto simile a quanto avviene su un normale pc. Quasi tutte le applicazioni possono essere visualizzate correttamente e si adattano alla schermata, solo alcune app vengono mostrate come la schermata di un telefono, quindi appaiono in verticale. Applicazioni come Gmail e WhatsApp funzionano senza problemi e risultano particolarmente comode da visualizzare su schermo intero. 

Qualche pecca ancora c'è

In linea generale l'impressione è positiva, ma qualche pecca ancora c'è. L'utilizzo dell'applicazione di Office, in particolare, non ci ha convinto fino in fondo. Se si scollega il telefono dimenticandosi di salvare il documento Word, infatti, si rischia di perdere tutto quello che si è scritto. È importante ricordare inoltre che i documenti Excel e Word non possono essere modificati, a meno che non si disponga di un account Office registrato (a pagamento). Se dovesse arrivare una telefonata quando stiamo lavorando in modalità desktop è possibile rispondere utilizzando il viva voce oppure gli auricolari del telefono. Attenzione solo nel caso in cui si decidesse di scollegare il telefono dal DeX, perché gli smartphone impiegano alcuni secondi per passare dalla modalità desktop a quella telefonica e, in quel lasso di tempo, si potrebbe perdere la chiamata in arrivo.

Cerchi uno smartphone? Dai un'occhiata all'ultimo test

Oltre ai nuovi S8 e S8+, il nostro ultimo test ha messo a confronto tutti gli ultimi smartphone presenti sul mercato. iPhone 7 e 7 Plus, Huawei P10 e LG G6. Scopri i risultati del test per andare a colpo sicuro e acquistare solo il meglio.

Confronta gli smartphone testati