Consigli

Raffreddare il pc

21 novembre 2012

21 novembre 2012

Bastano un po’ di attenzione e di cura per evitare che il tuo computer si surriscaldi. Ecco qualche consiglio per tenere a bada la temperatura ed evitare brutte sorprese.

Nei desktop, i computer “da tavolo”, la circolazione dell’aria non è quasi mai un problema: i componenti sono disposti in maniera ottimale all’interno del voluminoso involucro, e prese e ventole sono posizionate in modo da favorire lo scambio di calore verso l’esterno. Nei notebook, i computer portatili, il calore viene invece smaltito attraverso le superfici esterne e attraverso ventole che però, per mancanza di spazio utile, sono spesso posizionate sotto al pc. Una volta appoggiato sul tavolo, restano solo pochi millimetri di distanza tra il fondo del computer e il piano d’appoggio: non si tratta di una situazione ottimale per la dispersione del calore e il ricambio d’aria. La conseguenza è il rischio di surriscaldamento.

Computer portatile: più si usa più si scalda
Il calore prodotto dal notebook è proporzionale al lavoro svolto. Un computer fermo sulla schermata del desktop consuma poco, mentre quando lo si usa per compiti impegnativi, come la conversione di un video o durante un videogioco, richiede molta potenza di calcolo e si tocca il picco di calore prodotto. Il surriscaldamento nuoce al pc; i suoi componenti interni, se non sono adeguatamente raffreddati, possono raggiungere temperature vicine ai 100 °C e sul lungo periodo questo accorcia la vita utile del computer. Ecco perché è importante garantire una buona circolazione d’aria e un corretto “smaltimento” del calore verso l’esterno. Visto che la conformazione dei notebook non è ideale sotto questo profilo, a seconda dell’uso che fai del tuo computer potrebbe esserti utile un accessorio che ne migliori la ventilazione.

I supporti che raffreddano il notebook
I supporti aumentano la distanza tra il fondo del notebook, dove spesso sono posizionate le prese d’aria, e il piano d’appoggio e in alcuni casi forniscono un raffreddamento aggiuntivo per mezzo di ventole incorporate. Questi accessori per pc hanno la funzione di tenere il computer più fresco. Ne esistono di due tipi:

  • Passivi: si limitano a tenere il computer sollevato (grazie alla presenza di staffe o in altro modo). La tastiera risulterà leggermente inclinata e quindi più comoda da usare. C’è più spazio per la circolazione dell’aria.
  • Con ventole: i supporti più evoluti, e anche più cari, sono dotati di una o più ventole, che soffiano aria fresca verso la base del notebook. Sono alimentate dal computer, al quale sono collegate tramite cavo usb.

Qualità ed efficacia dei supporti variano molto uno dall’altro, così come i prezzi: si va da 7 fino a 40 euro (i modelli più cari toccano anche i 200 euro). Alcuni prodotti molto economici spesso non garantiscono la necessaria stabilità per lavorare: il computer traballa ogni volta che usi la tastiera.

Consigli per tenere il pc alla giusta temperatura
Bastano un po’ di attenzione e di cura per evitare che il tuo computer si surriscaldi. Ecco qualche consiglio per tenere a bada la temperatura ed evitare brutte sorprese.

  • Usa il meno possibile il pc sulle ginocchia, su una coperta oppure su una tovaglia: qualsiasi base non rigida può infatti ostruire le feritoie, presenti sul fondo del computer, da cui viene smaltito il calore.
  • Pulisci periodicamente le prese d’aria dalla polvere con un pennellino e, se necessario, con bombolette d’aria compressa che si comprano nei negozi di forniture elettriche.
  • Se non hai bisogno che il computer vada alla massima potenza, puoi agire sulle impostazioni di risparmio energetico: se dal pannello di controllo di Windows scegli un’opzione che consente un consumo più basso, il computer andrà un po’ più piano ma scalderà anche meno.
  • Se usi un supporto, verifica che il punto di appoggio non ostruisca le prese d’aria del pc, ottenendo l’effetto inverso a quello sperato. Dimensioni dei notebook e disposizione delle feritoie per l’aria cambiano da un modello all’altro: l’ideale è provare sempre il supporto con il proprio notebook prima di acquistarlo.
  • Verifica la stabilità del supporto: la maggior parte delle basi in commercio è pensata per pc con schermo a 15”: se il tuo notebook è più grande, e quindi più pesante, potrebbe avere problemi di stabilità, specialmente quando usi la tastiera.
  • In mancanza di un supporto, per sollevare il notebook e aumentare lo spazio di circolazione dell’aria, puoi usare un libro alto, da posizionare tra la base e il piano d’appoggio. Stai però attento a collocarlo in modo che non tappi le prese d’aria da cui esce il calore.

Stampa Invia