News

Chumby, internet lontano dal pc

01 settembre 2009

01 settembre 2009
Internet lontano dal pc. È questo il concetto alla base di un numero crescente di prodotti: i telefoni delle ultime generazioni, i sistemi da collegare alla tv e anche Chumby, un apparecchio che si propone, appunto, di portare internet lontano dal computer e verso gli ambienti di casa in cui più si vive. L'idea non è nuovissima: a novembre 2007, in questa rubrica, ci eravamo occupati del Nabaztag, un "coniglio wifi" a cui in effetti il Chumby, concettualmente, assomiglia molto. L'apparecchio, una specie di morbido sacchetto dotato di schermo e casse, si collega a internet appoggiandosi alla propria rete wifi, dopodiché potrà mostrare informazioni provenienti da numerosi siti internet: foto, notizie, previsioni del tempo, musica, giochi, email, aggiornamenti dal proprio social network e via dicendo.
Purtroppo i contro prevalgono ancora rispetto ai pro. L'utilizzo è molto intuitivo, e numerosi programmini preconfigurati ("widget") consentono di iniziare a usarlo a fondo sin dai primi istanti. Ma molti di questi widget (per installare i quali bisogna per forza passare attraverso il sito www.chumby.com) sono di qualità variabile, tendente al basso: la mancanza di una buona applicazione per le email, di un lettore di rss decente o di un browser si fa sentire. Inoltre, nonostante sia distribuito in Italia, molti di questi widget, per esempio quello del meteo, sono localizzati per gli Usa, e istruzioni e sito sono solamente in inglese. Lo schermo e le casse integrate consentono di usarlo come cornice fotografica virtuale o come "mini-stereo", ma nel complesso resta un costoso (209 euro) giochino per appassionati di informatica.

Stampa Invia