News

Clean Writer e IA Writer pochi fronzoli

10 agosto 2011

10 agosto 2011

Se non vi interessano i fogli elettronici e volete solamente scrivere, senza particolari esigenze di formattazione, non c’è bisogno di acquistare uno dei pacchetti analizzati nel test. iOS è dotato di Note, un programmino preinstallato per la creazione di semplici testi. Su Android le app preinstallate variano da modello a modello, ma comunque sul market si trovano gratis molteplici programmini analoghi, che fanno il loro mestiere senza problemi.
Volendo fare un passo in più, esistono altre app che si propongono a chi vuole scrivere “seriamente”. Noi ne abbiamo esaminate due: Clean Writer e IA Writer, disponibili solo per iPad (non funzionano nemmeno su iPhone).

Se volete soltanto usare le parole
Il confronto con i pacchetti esaminati nel resto del test è impari: quelle sono app dalle molteplici funzioni, qui invece l’approccio è minimale.
Le opzioni e i comandi sono volutamente ridotti al minimo, proprio per concentrare l’attenzione dello scrittore sul testo e non distrarlo con orpelli aggiuntivi.
Non è possibile inserire immagini né formattazioni particolari.
Clean Writer permette di scegliere solo tra 3 font mentre IA Writer addirittura ne ha una fissa e basta. Alla prova dei fatti questo approccio minimalista ha un suo perché: utilizzate queste app per comporre parte di questo articolo, ci hanno aiutato a filare via lisci e senza distrazioni. Certo, non sembrano programmi destinati a un pubblico ampio.

Prezzi abbordabili
Clean Writer è minimalista anche nel prezzo: 79 centesimi, mentre IA Writer costa 3,99 euro.
In quanto a qualità, però, preferiamo il secondo, anche grazie a un’idea interessante: l’aggiunta di una riga nella tastiera virtuale, dove compaiono alcuni tasti che facilitano il compito dello scrittore, in particolare lo spostamento del cursore (compito altrimenti improbo sull’iPad).


Stampa Invia