News

Digital pen che cose e come funziona

09 dicembre 2010
digital pen

09 dicembre 2010

Una digital pen è in grado di digitalizzare la scrittura manuale, cosicché i documenti manoscritti possano essere scaricati nel computer o visualizzati su uno schermo. Abbiamo provato una di queste penne digitali: funziona, se la si usa nel modo corretto.

Una digital pen è in grado di digitalizzare la scrittura manuale, cosicché i documenti manoscritti possano essere scaricati nel computer o visualizzati su uno schermo. Abbiamo provato una di queste penne digitali: funziona, se la si usa nel modo corretto.

Illustration1
Digital pen
Una digital pen è una penna digitale che converte in formato digitale la scrittura e i disegni mentre li si sta componendo a mano su un foglio di carta, in modo che possano essere scaricati su un computer o mostrati su un monitor. Inoltre sia i testi sia i disegni possono poi essere trasferiti su un documento da stampare. Se sei stufo di tenere un sacco di annotazioni scritte a mano, appunti e così via, una di queste penne digitali può essere la soluzione.

Abbiamo acquistato una digital pen, la Mobile Note Taker di Inote. Questo prodotto costa 99 euro e comprende: la penna digitale (incluse le pile e un ricambio di cartuccia di inchiostro), un ricevitore che acquisisce i dati, un cavetto usb per il collegamento al pc e un programma di riconoscimento del testo scritto.

Come funziona?
L'utilizzo della penna digitale è in linea di principio semplice e molto pratico.
Il ricevitore, un piccolo dispositivo con schermo lcd che mostra la pagina sulla quale stai scrivendo, viene posto nella parte superiore di un foglio o di un quaderno. A quel punto si inizia a prendere appunti con la penna digitale. La penna invia un segnale a questo ricevitore, cosicché tutto ciò che si scrive viene acquisito in formato digitale. Occorre poi installare un programma nel computer e collegare questo ricevitore con un cavo usb per scaricare il manoscritto (gli appunti, per esempio) nel computer che li scannerizza direttamente.

Una prova pratica
Abbiamo fatto la prova con tre persone, alle quali abbiamo spiegato il funzionamento della penna digitale. Abbiamo chiesto loro di copiare con la penna digitale un testo tratto da una rivista, che è stato così inviato al ricevitore.

Dopo aver scaricato nel computer i dati raccolti nel ricevitore, abbiamo scoperto che i risultati non erano sempre ottimali. Bisogna maneggiare la penna con molta attenzione e tenerla in mano in modo da non premere per sbaglio un pulsante che attiva e disattiva la funzione di invio dati.

Se per errore si preme questo tasto (collocato nella parte inferiore proprio dove si impugna la penna e quindi è molto facile azionarlo inavvertitamente), il risultato è scadente, il testo risulta pieno di ghirigori. Inoltre, quando si preme il tasto il ricevitore registra tutti i movimenti della penna, e così se si solleva la biro dalla carta, come avviene appunto quando si scrive per passare da una parola all'altra, il testo non viene registrato correttamente.
Il peggio è che ci si rende conto che la scrittura è stata erroneamente registrata solo quando si scaricano i dati nel computer.

Tre esempi di utilizzo

Illustration2

Permette il riconoscimento del testo
Se il manoscritto è stato acquisito in modo corretto, si può procedere utilizzando il programma di riconoscimento di testo e convertirlo in un documento.
Il risultato è soddisfacente, nonostante occorra sempre correggere le parole che non sono state riconosciute. Il vantaggio di questo programma rispetto ai programmi ocr (riconoscimento ottico dei caratteri) è quello che è effettivamente in grado di riconoscere la scrittura manuale, mentre gli ocr installati nella maggior parte degli scanner "leggono" esclusivamente i caratteri tipografici.


Stampa Invia