News

Lettori di ebook: il nostro test

30 novembre 2012
ereader

30 novembre 2012

Abbiamo sottoposto i lettori di ebook (detti anche ereader) a una serie di prove di lettura, effettuate da tre esperti in tre condizioni di luce diverse (pieno sole, stanza ben illuminata, stanza buia). Ecco vantaggi e limiti degli erader, apparecchi piccoli e leggeri che restano carichi per settimane e contengono centinaia di ebook.

A differenza del tablet, un ereader è un apparecchio che non offre distrazioni. Prenderlo in mano è esattamente come prendere in mano un libro (anche il peso è simile) e chi ama leggere saprà apprezzare questo aspetto. Un altro punto di forza degli ereader è lo schermo: gli schermi dei tablet sono colorati e brillanti, ma all’aperto, specie in condizioni di forte luce, sono quasi illeggibili. Lo schermo di un ereader, al contrario, più è forte la luce meglio si vede: anche in questo caso, la sensazione è molto simile a quella che si prova leggendo un libro di carta.

Memora e batteria: i punti di forza
L’altro punto di forza è la durata della batteria: grazie alla tecnologia nota come e-ink (quando mostra una pagina in realtà il lettore è spento, consuma energia solo ogni volta che si gira pagina) la durata della batteria si misura in settimane. Altri aspetti interessanti: un ebook occupa pochissima memoria, quindi in un ereader ce ne stanno centinaia. Questo piccolo oggetto che pesa meno di 200 grammi vi consentirà di leggere in tutta comodità anche un tomo da 1.000 pagine e di portare con voi tutti i libri che volete.

I marchi testati:

  • Sony
  • Amazon

  • Kobo

  • Bookeen

  • Ibs 


Stampa Invia