News

Netbook o tablet? Guida all'acquisto

01 marzo 2011
netbook o tablet

01 marzo 2011

Nel mondo dell’informatica portatile, arrivano iPad, Galaxy e simili, ancora più maneggevoli e leggeri. Una piccola rivoluzione di abitudini. Vediamo vantaggi e svantaggi rispetto ai netbook.

Netbook: vantaggi

  • Il netbook è un piccolo computer portatile a tutti gli effetti: anche se non offrirà prestazioni entusiasmanti, utilizza lo stesso sistema operativo cui siete abituati e fa girare gli stessi programmi. Soprattutto chi lo utilizza per lavoro e ha bisogno di usare fogli di calcolo, preparare presentazioni in powerpoint, scrivere lunghi documenti, si troverà più a suo agio.
  • Un netbook oggi costa decisamente meno di un tablet: con 250 euro si porta a casa un discreto modello; la gamma di prodotti e marche è ampia.
  • Soprattutto per chi è un po’ smanettone, il netbook si può adattare e potenziare facilmente: aggiungere ram, collegare un hard disk esterno, aggiungere un lettore cd o dvd; così come occuparsi del software e della configurazione.

Netbook: svantaggi

  • Per quanto sia portatile, il netbook si usa in realtà più spesso in maniera tradizionale: lo si appoggia a un tavolo e ci si siede davanti, spesso sempre nella stessa stanza. Benché possibile, non è agevole utilizzarlo comodamente sdraiati a pancia in su, né a letto.
  • Anche per quanto riguarda il trasporto, il netbook si infila in una borsa capiente, ma più a fatica nella borsetta di una signora o nella tasca della giacca.
  • Un netbook difficilmente scende sotto il chilo di peso.
  • Per quanto i modelli più recenti siano migliorati, la durata della batteria dei netbook non è spettacolare: nei casi migliori si arriva a 5/6 ore. Un limite notevole alla portabilità, perché per lavorare più a lungo servirà una presa elettrica.

Tablet: vantaggi

  • Il pc tablet rivoluziona il modo di usare il computer. Dite addio al vostro tavolo: d’ora in avanti vi verrà normale navigare, leggere la posta, chattare, giocare e perfino scrivere in poltrona, a letto, sul divano... il computer non è più confinato a una singola stanza della casa, ma ve lo ritroverete dappertutto (questo invita a un uso smodato del tablet, pensateci se avete figli adolescenti). 
  • Il tablet non solo si infila comodamente in borsa, per esempio per mostrare le vostre foto a una cena, ma i più piccoli stanno addirittura in tasca e pesano davvero poco. 
  • In particolare se parliamo dell’iPad, ma un po’ per tutti, il tablet è estremamente intuitivo da usare. Da questo punto di vista è più simile a una tv che a un computer.
  • L’uso del touchscreen può richiedere all’inizio un po’ di adattamento, ma offre anche vantaggi, tra cui la possibilità di fare schizzi, disegni, di usare un pennino...
  • La batteria dura quanto quella dei netbook (5/6 ore), con  un’eccezione: l’iPad, che consente fino a 11 ore di uso continuo.

Tablet: svantaggi

  • Un tablet non offre tutte le prestazioni di un pc da tavolo. Inoltre la tastiera virtuale per alcuni è più scomoda di quella normale e rallenta la velocità di battitura (anche se con la pratica questo inconveniente tende a ridimensionarsi).
  • Il tablet ha solitamente uno schermo di dimensioni più piccole del netbook (anche se ormai tendono a uniformarsi intorno ai 10 pollici).
  • Il touch screen all’inizio richiede un certo adattamento per chi fino a quel momento ha usato soltanto tastiera e mouse.
  • Il prezzo dei tablet è più alto, c’è una disponibilità di marche e modelli inferiore (anche se il mercato si sta muovendo in fretta).
  • Benché la tastiera virtuale non abbia problemi di polvere, briciole o gocce d’acqua, nel complesso il tablet, con lo schermo sempre completamente esposto, in certe situazioni è più vulnerabile di un netbook chiuso. L’acquisto della custodia può ovviare all’inconveniente, ma è un costo aggiuntivo.
  • Non tutti i siti hanno ancora una versione utilizzabile via tablet di tutti i contenuti (ma questo problema tenderà a sparire rapidamente con la diffusione dei tablet).

Stampa Invia