News

Foto archiviate nel cloud: davvero c'è da fidarsi?

12 settembre 2014
sicurezza cloud

12 settembre 2014

I recenti attacchi degli hacker agli archivi fotografici delle star hanno messo in luce come la privacy sia spesso un concetto piuttosto labile. Ma i sistemi di cloud sono sicuri? E quali rischi corre chi affida alla rete le proprie foto? Come disattivare il caricamento automatico su iCloud, Dropbox, Google e OneDrive.

La privacy nell'era del cloud

L'ultimo, in ordine di tempo, è quello che ha colpito il premio Oscar Jennifer Lawrence. Ma gli attacchi informatici agli archivi delle star sono ormai un fenomeno ciclico, in bilico tra la violazione della privacy e il desiderio di un po' di pubblicità gratuita. Foto intime e dettagli della vita privata che, nel giro di qualche minuto, finiscono in pasto ai curiosi di mezzo mondo, all'insaputa (spesso) dei diretti interessati. Ma davvero i sistemi di cloud sono così vulnerabili? In linea di massima, se carichi online le foto delle vacanze o comunque foto "innocue", la cui eventuale diffusione non arrecherebbe danni, non ci sono ragioni per smettere di farlo. Se, invece, hai foto "sensibili", è bene ricordare che automatismi di caricamento si annidano un po' ovunque nei nostri smartphone odierni: ti aiutiamo a disattivare i sistemi più diffusi.

Qualche consiglio pratico

Ecco le nostre dritte per la gestione di dati, documenti e foto online.

  • Cancellare tutto? Non è il caso di farsi prendere dal panico
    Gli attacchi sono mirati alle attrici in questione: se non sei un personaggio famoso è meno probabile che qualcuno ambisca alle tue immagini e tenti un attacco di questo genere. Resta la possibilità che qualcuno, per motivi personali, decida di attaccare il tuo account.
  • Non esiste una protezione al 100% per i documenti digitali
    Se si affidano i propri file a sistemi come iCloud, Dropbox o Google foto, il servizio può essere violato. Se condividi i tuoi documenti con qualcuno, quel qualcuno può condividerlo a sua volta. Paradossalmente, nel caso di una fotografia, l'unico modo sicuro al 100% perché non venga diffusa è non scattarla. Anche salvare un documento nel telefono non garantisce la sicurezza: qualcuno potrebbe accedere fisicamente al telefono e quindi ai documenti.
  • Non è così semplice cancellare foto e documenti
    Se hai attivato il salvataggio automatico delle foto, infatti, cancellarle dal telefono non basta. Per accertarti che sia davvero sparita, controlla che la foto non sia finita in altri posti (guarda le istruzioni per disattivare il caricamento automatico).
  • La diffusione impropria non è l'unico pericolo
    I nostri dati digitali potrebbero anche essere persi. Se hai salvato nel telefono alcune foto a cui tieni particolarmente, fare un backup online diventa una soluzione sensata che mette al riparo da eventuali problemi col telefono.

Disabilitare il caricamento automatico sul cloud

Disattivare il caricamento automatico non è per forza la soluzione più consigliabile: dipende molto dalla vostra condizione personale. Quello che è consigliabile è avere piena consapevolezza di cosa si sta caricando online e su quale servizio lo si fa. Una volta stabilito questo, puoi decidere di disabilitare alcuni o tutti i caricamenti automatici sul cloud. Ti spieghiamo come fare se utilizzi iCloud, Google FotoMicrosoft Onedrive o Dropbox.


Stampa Invia