News

Surface: il primo tablet di Microsoft

12 febbraio 2013
surface

12 febbraio 2013

È uscito Surface, il primo tablet della Microsoft. Noi lo abbiamo testato: buoni la batteria e l'hardware; scarsi, invece, il sistema operativo e le applicazioni. Ecco i risultati completi delle nostre prove e il test per confrontarlo con gli altri tablet presenti sul mercato.

Surface è il nuovo tablet di Microsoft con sistema operativo Windows 8 RT e processore Arm. La versione base da 32 GB si trova a partire da 500 euro circa (600 euro circa quella da 64 GB). Qui abbiamo evidenziato i principali pregi e difetti di Surface. Per conoscere i risultati completi delle nostre prove oppure per confrontare il tablet della Microsoft con gli altri prodotti presenti sul mercato, consulta il nostro ultimo test.

Punti di forza e punti deboli
I punti di forza di Surface sono l’hardware e la possibilità di trasferire i file tramite porta usb. Lo schermo ha una buona luminosità e buoni colori mentre la risoluzione è un po’ bassa: 1.366x768 pixel. La durata della batteria è molto buona: si possono vedere film per circa 10 ore e si può navigare per oltre 8. Il sistema operativo è da migliorare e, per il momento, le applicazioni a disposizione sono davvero poche. Inoltre, quelle esistenti come word ed excel non sono pienamente compatibili con le corrispettive versioni che si usano sui pc.

Doppia tastiera
La particolarità del tablet della Microsoft è sicuramente la cover: una sottile tastiera (in aggiunta a quella touch) che diventa anche copri schermo. Si attacca al dispositivo con un clic magnetico: per utilizzarla, quindi, non c’è bisogno di ulteriori cavi o batterie, ma bisogna pagarla a parte. Un’aletta posteriore integrata nel corpo del tablet permette di rialzare lo schermo mentre si scrive: ha però un’unica posizione e non può essere regolata.

Stampa Invia