Speciali

Tablet pc: la parola agli utenti

01 giugno 2011
tablet

01 giugno 2011

Non sono in tanti ad averlo ma in molti ormai lo usano tutti i giorni per navigare e mandare email, ma anche per leggere giornali, riviste e libri. Ecco cos’hanno risposto gli utenti su iPad e concorrenti.

Tutto quello che c'è da sapere sulla tavoletta

Con 165 milioni di esemplari venduti negli ultimi due anni la popolarità dei tablet è in continua crescita. Una recente indagine fatta da Google, rivela che il 77% degli americani possessori di un tablet, da quando ce l’ha, utilizza di meno il proprio computer di casa e più di un utente su tre usa la tavoletta più di quanto guarda la televisione.

Italiani: ancora pochi ce l’hanno
Dal punto di vista tecnico, noi li avevamo testati a marzo di quest’anno, almeno i modelli allora disponibili. Ma ancora in Italia il mercato dei tablet è agli albori e solo pochi modelli hanno davvero invaso le case dei consumatori. Lo dimostra questa nostra indagine sui possessori di tablet di Belgio, Spagna, Portogallo, Brasile e Italia, dalla quale emerge che circa la metà degli intervistati possiede un iPad e il 18% un iPad 2; seguono a ruota (ma ben distanti) le due tavolette di Samsung: il Galaxy Tab7 (posseduto dall’8%) e il suo fratello maggiore, il Galaxy Tab10 (poco più di un utente su 20).

Ma per cosa lo si usa?
I tablet di fatto sono piccoli computer (non a caso molti americani hanno smesso di usare il loro desktop o notebook quando ne hanno acquistato uno). Nulla di strano quindi se moltissimi utenti li usano per navigare in internet, mandare e ricevere email o per frequentare i social network.

Tuttavia la praticità e le caratteristiche tecniche dei tablet li rendono ottimi concorrenti anche degli eReader (i dispositivi per leggere i libri elettronici). Per questo ben il 90% degli intervistati italiani lo usa (assiduamente o con regolarità) anche per leggere giornali e riviste elettroniche e quasi il 70% lo usa per leggere ebook.

 

 

Dove e quando viene usato
Che il tablet stia prendendo gradatamente il posto di netbook e computer portatili lo dimostra anche il fatto che quasi la metà degli intervistati (in Italia siamo attorno al 46%, ma il dato non differisce molto anche negli altri Paesi) utilizza il proprio dispositivo tanto in casa quanto in giro con la stessa frequenza.

 Ma il dato che sorprende più di tutti è che più del 65% lo usa regolarmente tutti i giorni; questo dimostra che si tratta di strumenti diventati oramai parte integrante della vita delle persone che lo possiedono.

 



Soddisfatti della mela
Come abbiamo ricordato, sono solo 4 i modelli considerevolmente presenti nelle case degli italiani: di questi, i due modelli Apple e il Samsung Galaxy Tab7 (al momento il solo vero concorrente di iPad) sono giudicati molto soddisfacenti dai propri posessori.

Più basso il gradimento della versione da 10 pollici del Galaxy Tab. Dalle motivazioni che ci ha dato il nostro campione emerge che il suo schermo un po’ più grande (fatto per fare concorrenza a quello da circa 9” dell’iPad) anziché essere apprezzato, rappresenta un punto debole: in molti lo trovano tutt’altro che facile da pulire da ditate e segni.
Molto apprezzati invece dei due modelli di iPad l’autonomia della batteria, la facilità d’uso e la sensibilità dello schermo touchscreen.
Ovviamente, anche il sistema operativo collegato ai due modelli iPad, ovvero iOS, risulta essere più soddisfacente rispetto ad Android, il sistema operativo di Google montato sui modelli Samsung, e a Windows 7 montato su altri modelli di tablet.


Stampa Invia