News

Canone speciale Rai: che cos’è e chi deve pagarlo

06 luglio 2014

06 luglio 2014

Molti lavoratori nei giorni scorsi hanno ricevuto una lettera da parte della Rai dove veniva richiesto il pagamento di un Canone Speciale. Ma che cos’è e, soprattutto, chi deve pagarlo? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Artigiani, commercianti e lavoratori con partita IVA negli ultimi giorni sono stati sommersi da richieste di pagamento del canone da parte della Rai. Nelle lettere inviate dall’azienda, scritte non molto chiaramente (come ammette lo stesso sottosegretario al ministero dello Sviluppo Economico) si parla di “Canone Speciale”. Ma che cos’è e, soprattutto, chi è tenuto davvero a pagarlo?

Che cos’è il Canone Speciale

Il Canone Speciale riguarda il possesso di uno o più apparecchi che possono ricevere trasmissioni radio televisive e che si trovano al di fuori dell’ambito familiare. Si tratta cioè di apparecchi che vengono utilizzati nell’esercizio di un’attività commerciale con scopo di lucro diretto o indiretto: per esempio alberghi, bar, ristoranti, uffici.

Chi deve pagarlo?

Il canone non è dovuto per i computer privi di sintonizzatore (come ribadito dalla stessa Rai nella sua pagina web dedicata al Canone Speciale).

Il Ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Comunicazioni, inoltre, in una nota ha precisato che cosa si intende per “apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni”, cioè ci dice quali sono gli apparecchi per i quali è previsto l’obbligo di pagamento del canone. In sintesi, si tratta di tutte le apparecchiature munite di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva. Ne consegue, ad esempio, che i pc, anche collegati in rete se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone. Per contro, un apparecchio originariamente munito di sintonizzatore - come tipicamente un televisore - rimane soggetto a canone anche se successivamente privato del sintonizzatore stesso.

Per chiarire ogni dubbio

Sul sito della Rai puoi trovare la tabella elaborata dal Ministero dove si elencano tutti gli apparecchi soggetti al pagamento del canone tv. C’è anche l’elenco di quelli che non lo sono perché non in grado di ricevere il segnale radiotelevisivo.

Ricordiamo, infine, che dubbi e richieste possono essere formulati tramite il call center al numero 199123000 e via e-mail all’indirizzo di posta elettronica canonispeciali@rai.it.

La nostra richiesta

Per superare sprechi e inefficienze che, da tempo, contraddistinguono la gestione antieconomica della Rai abbiamo organizzato una petizione per chiedere l'abolizione del canone.



Canone Rai: firma per chiedere l'abolizione


Stampa Invia