News

Videocamere digitali, come testiamo la qualita di registrazione

15 settembre 2009

15 settembre 2009

La qualità della registrazione di una videocamera viene da noi testata in laboratorio, tra le altre prove, anche simulando due differenti condizioni di luce: una naturale e una artificiale.

illustration

La qualità della registrazione di una videocamera viene da noi testata in laboratorio, tra le altre prove, anche simulando due differenti condizioni di luce: una naturale e una artificiale.

Tutte le prove vengono effettuate con autofocus e stabilizzatore d'immagine inseriti, e alla migliore qualità possibile. Abbiamo inoltre attivato su tutti i modelli il bilanciamento automatico del bianco. La videocamera viene montata su un supporto (treppiedi) e circa la metà della registrazione (che dura un minuto circa) viene ottenuta con una inquadratura fissa in modalità 16:9; nella seconda metà, invece, la videocamera viene fatta ruotare in una ripresa panoramica dello scenario. Queste stesse condizioni devono essere mantenute per tutti i modelli del test.

Immagini colorate
La scena registrata in questa prova comprende un manichino con una maglietta piuttosto colorata e un fondale con contenitori colorati, vasi di piante e una serie di drappi e tendaggi che creano zone di luce e d'ombra.

In questo breve filmato si possono osservare gli elementi e i soggetti ripresi per questa prova e si può avere un'idea sommaria della differenza di qualità di immagine tra uno dei peggiori modelli del test e una delle videocamere in HD che si è meglio comportata in questa prova.

Aspetti della valutazione
Le immagini così registrate sono state valutate in base a una generale impressione sulla nitidezza (quanto fedelmente vengono riprodotti gli oggetti e le strutture anche in movimento) e sulla fedeltà e la resa del colore (neutralità e rumore del colore). Infine è stata valutata la qualità generale delle immagini, con la rilevazione di tutte le irregolarità risultanti della registrazione.


Stampa Invia