News

Maschere da sub con videocamera. E la qualità?

09 giugno 2014
videocamera subacquea

09 giugno 2014

Scuba 324, 325 e Scuba Camera Explorer 304 sono innovative maschere da sub con video e fotocamera integrata, per filmare sott'acqua a mani libere. Un vero sogno per tutti gli appassionati di diving e snorkeling. Tuttavia praticità e ottime prestazioni non sempre vanno di pari passo.

Scuba 324 e 325

Un utile strumento per “rivedere” i fondali marini: la novità delle maschere Scuba 324 e 325 di Liquid Image è, infatti, la videocamera ad alta definizione inserita all’interno della maschera subacquea. Le recensioni dei nostri esperti evidenziano una soddisfacente qualità delle riprese diurne e delle fotografie.

Non tutti i dettagli sono nitidi

Secondo i risultati dei test effettuati le immagini delle riprese sono sufficientemente nitide, anche se non tutti i dettagli sono visibili in maniera nitida. La qualità delle riprese, infatti, si abbassa notevolmente in condizioni di luce scarsa: in questi casi le immagini appaiono piuttosto offuscate e granulose.

Difficile ridurre gli effetti del tremolio sulle foto

I due modelli sono comunque dotati di modalità full HD per i video, con una risoluzione a 1920x1080 ed una capacità di catturare 30 frames al secondo. Soddisfacente la qualità delle foto, catturate con una risoluzione di 12 megapixel, nonostante la scarsa capacità di entrambi i modelli di ridurre gli effetti del tremolio mentre si scattano fotografie in movimento. Quasi assente e in generale molto flebile l’audio delle riprese anche se, va detto, sott'acqua è un difetto di poco conto.

Disponibile a un prezzo che va dai 349 ai 399 euro

Le differenze tra Scuba 324 e Scuba 325 sono davvero poche. Entrambe le versioni della telecamera sono Full HD, possono essere immerse fino a 40 metri di profondità e sono progettate per lo scuba diving. Il modello 325 prevede in più le misure L ed XL, laddove il 324 ha soltanto S ed M. Sul mercato italiano il prezzo di entrambi i modelli va dai 349 ai 399 euro. La maschera Scuba si trova nei negozi specializzati e sui siti web di prodotti tecnologici.

Scuba 304
L’azienda leader nella produzione delle maschere da sci e subacquee con videocamera integrata ha immesso sul mercato un nuovo prodotto, la Explorer 304. La videocamera si presenta soddisfacente dal punto di vista dello stile. È piuttosto sottile, leggera e maneggevole (solo 330 g), di un allegro colore giallo. L’obiettivo è quello di scattare fotografie digitali e fare riprese video, sia in mare che in piscina, eliminando la necessità di portare una macchina fotografica subacquea, mantenendo così massima libertà nei movimenti delle mani.

Qualità delle immagini scarsa, manca uno zoom

Tuttavia i risultati dei test effettuati sul prodotto non sono altrettanto positivi in termini di qualità delle immagini. Con una videocamera a risoluzione VGA (640x480) le riprese, soprattutto in condizioni di poca luce, sono risultate poco definite, piuttosto scure e sgranate, cosa che ha reso praticamente impossibile ricavare piccoli particolari e dettagli nascosti. Lo schermo LCD integrato è davvero piccolo (ma serve comunque solo per pilotare la videocamera e non per rivedere i filmati) e la qualità dell’audio è pressoché nulla.

Riprese in movimento poco stabili

La mancanza di un sistema di stabilizzazione, di cui questo modello non è dotato, di certo non aiuta, per riprese effettuate in condizioni alle volte anche estreme. Il risultato sono immagini piuttosto scarse e poco stabili, se registrate in movimento, anche in ambienti ben illuminati. La memoria interna, seppur limitata, non influisce sulla capacità della videocamera: 32 MB sono appena sufficienti per immagazzinare una cinquantina di foto da 8 MPixel in formato JPEG oppure 5 minuti di video in risoluzione VGA (640x480).

Non il migliore prodotto per gli appassionati

Infine il prezzo. Sul mercato italiano si attesta tra gli 89 e i 185 euro ed è facilmente acquistabile online, su siti come Ebay, o nei negozi specializzati del settore. Nel complesso però si può tranquillamente affermare che i veri appassionati delle profondità marine hanno sicuramente alternative migliori, sia in termini di qualità delle immagini che di prestazioni. A patto di tenere in mano videocamera mentre si nuota oppure di fissarne una alle attrezzature.