News

Wifi sulle videocamere a cosa serve

12 aprile 2012
videocamera

12 aprile 2012

Le ultime videocamere di Jvc, Samsung e Canon sono dotate della funzione wifi. Ci siamo chiesti se sia una funzione veramente utile e cosa davvero si può fare con questa connessione. In alcuni casi non vale la pena spendere tutti quei soldi.

Non è una novità. Ma solo adesso i produttori di videocamere sembrano essersi decisi ad aggiungere questa funzione ai nuovi modelli. Stiamo parlando del wifi, una connessione oramai disponibile su quasi tutti i dispositivi elettronici come smartphone, tablet, notebook e persino televisori.

A cosa serve
A dire il vero non a tutti i produttori interessa questa direzione. Sony ad esempio ha preferito stare alla finestra: convinta com’è che l’introduzione di un’ulteriore funzione potrebbe complicare solo la vita all’utente, vuole vedere se la novità incontrerà il favore del pubblico o se andrà a fare compagnia alle decine di caratteristiche tecniche che non vengono mai utilizzate dai consumatori.
In effetti la domanda sorge spontanea: a che cosa può servire una connessione wifi su una videocamera? Ovviamente per connettere la videocamera ad altri dispositivi (ad esempio un pc) senza bisogno di cavi e , quindi, a trasferire il materiale registrato in modo semplice e veloce. Ma quali tipi di dispositivi si possono connettere e che tipo di materiale si può trasferire via wifi?
A giudicare dai nuovi modelli messi sul mercato i produttori stanno seguendo diverse strade. Vediamo quali.   

Videocamere Jvc
Le videocamere wifi di Jvc consentono agli utenti di collegare la propria videocamera a uno smartphone. Una volta installata l'apposita applicazione gratuita (disponibile sia per Apple sia per Android) è possibile controllare la videocamera utilizzando lo smartphone (che di fatto diventa un telecomando della videocamera). Oltre a questa funzione ecco cosa si può fare con questi modelli:
- trasferire video e immagini fisse allo smartphone per facilitare condivisione via internet;
- aggiungere informazioni gps al filmato registrato (geotagging);
- mandare via email video e foto a bassa risoluzione;
- utilizzare la videocamera per monitorare a distanza (sullo smartphone) i bambini, o per ricevere una foto in caso la videocamera rilevi movimenti in casa.

Samsung e Canon
Le videocamere wifi di Samsung e Canon possono essere connesse a televisori, PC e smartphone. Anche in questo caso è necessario installare l'apposito software (o applicazione) gratuito. In questo modo è possibile quindi:
- guardare il contenuto di un video direttamente sullo schermo della tv o dello smartphone;
- copiare i file video dalla videocamera al pc;
- salvare il contenuto della videocamera in uno dei servizi di cloud, in modo che sia accessibile in ogni momento e su qualsiasi dispositivo;
- inviare video via email;
- condividere i video sui principali social network (al momento solo con le videocamere Samsung).

In conclusione
Possiamo affermare che siamo un po’ scettici su alcuni dei possibili utilizzi della connessione wifi su una videocamera; in particolare ci chiediamo perché spendere così tanti soldi per utilizzare una vera videocamera per monitorare la nostra casa o nostro figlio nell’altra stanza: ci sono dispositivi fatti apposta che costano molto meno. Tuttavia pensiamo che il wifi montato su una videocamera potrebbe risultare estremamente utile per semplificare due delle principali operazioni: la copia dei file video sul pc e la riproduzione del girato direttamente sullo schermo del televisore.
Comunque, appena questi modelli arriveranno sul mercato (dovrebbe essere questione solo di poche settimane) non perderemo l’occasione di testarli, per verificare se davvero questa nuova funzione farà quello che promette.


Stampa Invia