Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica Altroconsumo, assieme alle altre organizzazioni di consumatori che fanno parte del gruppo Euroconsumers, ha inviato a Facebook tre chiare richieste:

  1. In che modo Facebook risarcirà i consumatori coinvolti?
  2. In che modo Facebook risarcirà altri consumatori possibili vittime di un uso improprio dei loro dati?
  3. . In che modo Facebook metterà i consumatori in condizione di gestire in prima persona i propri dati?

Le risposte che abbiamo ricevuto non sono state in alcun modo soddisfacenti.

I consumatori devono avere sempre il controllo sui propri dati e sul loro utilizzo, e ottenere un’equa parte del valore generato dalle aziende che li sfruttano. E quando i consumatori vengono truffati, hanno diritto ad essere risarciti.

Maggiori informazioni su https://www.altroconsumo.it/facebook