Torna

Problemi a seguito campagna di richiamo

Chiuso Non risolto

Questo reclamo è Pubblico

Il tuo reclamo

G. L.

Inviato a: OPEL

07/02/2021

Buongiorno mi chiamo Giuseppe Lorusso e sono possessore di una Opel Astra K 1.6 Cdti Sports Tourer targata FE589GR (telaio W0LBE8EE4G8088039) dall'ottobre del 2017 (auto acquistata di seconda mano presso la concessionaria Opel di Mirabella Eclano). A febbraio 2019 ho ricevuto una raccomandata per un richiamo ufficiale (codice E181803130) che interessava la mia auto e che riguardava il circuito idraulico del sistema frenante e quello della frizione che utilizzano lo stesso olio essendo comune la vaschetta dell'olio. Seguendo le indicazioni fornite ho portato, a maggio dello stesso anno, l'auto presso la concessionaria Opel Autostemac di Tivoli (essendo residente a Fonte Nuova RM) dove sono stati sostituiti, senza alcun costo per me, gli organi interessati al richiamo sia dell'impianto frenante che di quello della frizione. A fine dello scorso anno però (quindi 18 mesi dopo la consegna dell'auto) ho avuto un primo problema in quanto il pedale della frizione è andato a fine corsa restando bloccato. Sono riuscito a ripartire tirando a mano il pedale nella sua posizione naturale. Sperando che si trattasse di un inconveniente casuale ho continuato ad usare l'auto ma il problema si è verificato altre volte fino a quando ho deciso di rivolgermi alla concessionaria dove era stato effettuato l'intervento (azione suggeritami anche da una operatrice del servizio clienti Opel contattato telefonicamente). Tramite appuntamento ho portato l'auto per un controllo in officina il 03 febbraio 2021. L'ho ritirata venerdì 05 febbraio dopo un controllo dal quale non è emerso chiaramente quale fosse il problema. Era stato effettuato solo uno spurgo dell'impianto idraulico della frizione in quanto presente molta aria nel circuito (cosa abbastanza scontata dato che il pedale va a fondo corsa). Mi è stato proposto dal responsabile dell'accettazione dell'officina di provare l'auto per vedere se lo spurgo avesse risolto il problema ma lo stesso responsabile si è detto molto scettico affermando che molto probabilmente sarà necessario un intervento di sostituzione di alcuni organi, già sostituiti durante l'intervento del richiamo, e che tale intervento potrebbe riguardare anche pezzi dell'impianto idraulico (cuscinetto) presenti all’interno del cambio dell'auto implicando quindi un intervento piuttosto complesso e oneroso che sulla base di una stima fatta su mia richiesta potrebbe arrivare a costare 1000€ (stima fatta sulla base di ore necessarie per il lavoro e tenendo presente il tariffario Opel sulle ore di lavoro). Ora, considerato che dopo aver provato l'auto, in effetti non mi sembra che la situazione sia migliorata di molto e tenendo presente che l'impianto incriminato (idraulico frizione) è stato oggetto di intervento a seguito di un richiamo ufficiale della casa ritengo NON SIA ASSOLUTAMENTE GIUSTO CHE SOSTENGA IO LE SPESE (MOLTO ONEROSE) PER LA RIPARAZIONE DELL'AUTO che sicuramente deve essere effettuata ed anche con urgenza in quanto il rischio di restare bloccati senza frizione è molto alto. Se è vero che la Opel, avendo individuato un problema di sicurezza sulle sue vetture, le ha correttamente richiamate sostituendo gratuitamente i componenti difettosi è anche vero che il problema che la mia auto presenta in questo momento riguarda quegli stessi organi del richiamo ufficiale e che sono trascorsi solo 18 mesi dall’intervento e 50000km. A questa situazione vorrei aggiungere il mio totale disappunto per la gestione della Opel della vicenda che ha visto i servizi ONSTAR presenti sulla mia vettura di fatto cessare al 31 dicembre del 2021 privandomi di quei servizi che al momento dell’acquisto dell’auto erano presenti, funzionanti e garantiti.

La tua richiesta

  • Riparazione