Consigli

Acne, fra verità e leggenda

05 gennaio 2015

05 gennaio 2015

È il cruccio più grande di moltissimi adolescenti, ma spesso si guarisce con la crescita. Una cosa è certa: non esistono miracoli.

L’acne è una malattia della pelle che si manifesta, di solito, nell’età della pubertà. Le ghiandole sebacee della pelle, poste in prossimità del follicolo da cui esce il pelo, secernono il sebo, una sostanza grassa che viene buttata fuori dalla pelle. In caso di acne il sebo rimane intrappolato nel follicolo pilifero e favorisce la proliferazione di batteri responsabili di comedoni (punti bianchi e neri), pustole (brufoli), noduli e cisti, su viso e talvolta su schiena e torace.

Quanti tipi di acne esistono?  Tre tipi: lieve, moderata e grave. Nella prima sono prevalenti i comedoni, nella seconda le pustole mentre nella forma grave, accanto alle prime due lesioni, ci sono anche noduli e cisti.

I cosmetici possono guarire l’acne?  Assolutamente no. Anzi, diffidate sempre da quei cosmetici che promettono di far sparire, o di prevenire, l’acne. La loro azione è puramente estetica e superficiale: l’acne invece è un problema complesso, con radici profonde. Questi prodotti possono solo migliorare l’aspetto estetico, agendo come esfolianti, lievi antibatterici e sgrassanti, che donano alla pelle un aspetto più liscio e luminoso.

Una scarsa igiene può causare l’acne?  Che l’acne sia causato da cattive abitudini di igiene è una credenza diffusa ma erronea. Al contrario, lavare più volte al giorno il viso può addirittura peggiorare la situazione.

Esistono cure farmacologiche?  Sì, di due tipi: ad azione topica (cioè locale, da applicare sulla pelle) o sistemica (da assumere per bocca). Per meccanismo di azione, invece, si distinguono comedolitici, che disgregano i comedoni, cheratolitici, che esfoliano lo strato corneo della pelle, antibiotici, che contrastano l’azione dei batteri dell’acne. Spetta al medico curante individuare il trattamento più adatto.

La pillola contraccettiva può rappresentare la cura? Alcuni ormoni, contenuti in alcune pillole, bloccano l’azione degli ormoni androgeni e di conseguenza fermano la produzione di sebo collegata a questi ormoni.

Chi ha l’acne può usare trucchi per il viso?  Meglio evitare. Sebbene nasconda i brufoletti, il maquillage può occludere i pori e aggravare l’acne. Se proprio non puoi farne a meno meglio i prodotti in polvere rispetto a quelli in crema.

Esiste una dieta anti acne?  In realtà non esistono alimenti privilegiati e altri da evitare. Diversi studi, tuttavia, hanno dimostrato che latte e derivati possono essere associati a una maggiore gravità dell’acne.

Strizzare o non strizzare? Spremere delicatamente i comedoni è possibile. Sbagliato è, invece, traumatizzare la pelle con operazioni troppo aggressive che possono causare infezioni e cicatrici.

L’esposizione al sole accelera la guarigione? No, non vi è alcun dato scientifico in merito.

Luce, laser e radiofrequenza sono efficaci? Queste nuove tecnologie possono effettivamente ridurre il numero di lesioni infiammatorie o la produzione di sebo. Tuttavia, il trattamento può essere doloroso e potrebbero presentarsi effetti indesiderati e considerando i costi elevati, e le inevitabili ricadute della malattia, meglio riservarle soltanto ai casi più gravi.


Stampa Invia