Guida all'acquisto

Come scegliere il deodorante

20 aprile 2018
deodorante

20 aprile 2018
Il deodorante, che sia estate o inverno poco importa, è diventato un prodotto quasi indispensabile nell'igiene quotidiana. Ma quale scegliere? A cosa stare attenti prima di acquistarne uno? Ecco un vademecum per trovare il deodorante migliore.

Il deodorante è diventato un prodotto cosmetico quasi indispensabile nell’igiene quotidiana. Anche se usiamo il termine per riferirci genericamente a tutti i prodotti destinati a essere utilizzati sulle ascelle per limitare il cattivo odore, è bene precisare non sono tutti uguali. Il termine deodorante indica un prodotto formulato solo per ridurre o mascherare l’odore ascellare attraverso la deodorizzazione e/o un’azione contro i batteri responsabili del cattivo odore. Un antitraspirante, invece, oltre a possedere alcune delle stesse azioni del deodorante, è in grado di ridurre la quantità di sudore limitando (in misura variabile a seconda dello specifico prodotto scelto) la traspirazione.  

Le tipologie di deodorante

Dal punto di vista del confezionamento e della forma cosmetica i deodoranti si distinguono in:

  • spray: ideali se si desidera avere un unico prodotto nel bagno per poterlo condividere, vengono applicati senza che vi sia contatto con la pelle e non contiene conservanti;
  • roll-on e stick: facili da utilizzare possono non essere la scelta migliore se l’ascella non è depilata. Meglio non condividerli per questioni igieniche; 
  • crema: in genere studiati per le persone che sudano molto, meno diffusi rispetto agli altri, possono lasciare più facilmente delle macchie sui vestiti, soprattutto se applicati non correttamente.

Cosa puoi usare al posto del deodorante

L’utilizzo di un deodorante o antitraspirante non è obbligatorio. Una buona igiene personale, che prevede lavaggi con acqua e detergente e il cambio frequente di abiti, aiuta senza dubbio a tenere sotto controllo la formazione del cattivo odore. Anche la depilazione può rivelarsi un valido aiuto, poiché sottrae “terreno” (ovvero una quantità di sudore) all’attività batterica che produce i composti volatili maleodoranti. Oltre a questi accorgimenti, tra le alternative più conosciute ai classici prodotti in vendita vi è quella dell'allume di rocca (o allume di potassio), composto di sali di potassio e alluminio, inodore e incolore, simile a una pietra. Può essere usato come deodorante, applicandolo alla pelle dopo averlo inumidito. In passato abbiamo verificato la sua efficacia contro la sudorazione ed è risultata abbastanza buona.

Come utilizzare correttamente il deodorante

Di seguito alcuni consigli generali per un utilizzo corretto:

  • lavare l'area di applicazione con acqua e sapone e asciugarla con cura  prima di applicare il deodorante;
  • se si vuole limitare maggiormente il sudore e gli odori anziché un semplice deodorante meglio scegliere un antitraspirante (lo si riconosce dalla presenza nella lista degli ingredienti di sali di alluminio e/o zirconio indicati come aluminum chloride, aluminum chlorhydrate, aluminum zirconium);
  • onde evitare macchie sui vestiti (soprattutto se scuri) lascia che il deodorante si asciughi prima di indossarli;
  • per evitare irritazioni, attendere almeno 24 ore dalla depilazione prima di applicare il deodorante;  
  • meglio non usare deodoranti sui più piccoli o comunque prima della pubertà.

Controlla la lista degli ingredienti 

Inoltre è bene controllare la composizione in modo da evitare scomodi come:

  • interferenti endocrini, ovvero sostanze in grado di interferire con il nostro sistema ormonale alterandolo come propylparaben, butylparaben e il filtro solare ethylhexyl methoxycinnamate;
  • triclosan, potente antibatterico responsabile di creare antibiotico resistenza e di contribuire all’insorgenza di malattie;
  • solo se si è soggetti allergici è meglio stare lontani da una o più tra le 26 fragranze allergeniche.

Abbiamo controllato l'INCI di oltre 120 deodoranti e antitraspiranti: controlla la lista degli ingredienti dei prodotti più diffusi.