News

App antizanzare: inutili e fastidiose

11 giugno 2015
app zanzare

11 giugno 2015

Le app antizanzare per smartphone promettono di tenere lontano gli insetti molesti grazie agli ultrasuoni. Ma funzionano davvero? Le abbiamo provate: non solo sono completamente inutili, ma i suoni emessi possono essere fastidiosi solo per l'uomo. Meglio optare per un buon repellente contro le zanzare: scopri quale nel test.

Si scaricano gratuitamente sullo smartphone e promettono di tenere lontano le fastidiosissime zanzare grazie all’emissione di ultrasuoni: le zanzare femmine già fecondate, proprio quelle che pungono, dovrebbero esserne infastidite perché viene riprodotto il richiamo sessuale del maschio. Ma funzionano davvero? I nostri cellulari sono in grado di emettere ultrasuoni? 

Incuriositi abbiamo messo alla prova Anti Mosquito Sonic Repeller per IOS e Anti Mosquito Sonic Repellent per Android.



Le zanzare sono attirate dall'odore della pelle

Abbiamo messo alla prova le app, in laboratorio, grazie ad alcuni volontari che, telefono alla mano, hanno prestato il loro braccio alle punture di zanzare. Sono risultate completamente inutili: le punture di zanzara, comune e tigre, sono le stesse. Perché? Le zanzare sono prive di udito e non percepiscono gli ultrasuoni: sono infatti attratte dall'odore che emaniamo con il sudore, dalla respirazione e dal calore (per questo i repellenti utilizzano principi attivi che disorientano le zanzare colpendo la capacità di sentire gli odori). Secondo molti studi, invece, non percepiscono suoni.

Sono fastidiose per l'orecchio umano

Abbiamo misurato le frequenze emesse dai telefoni. L’orecchio umano non è in grado di sentire gli ultrasuoni perché normalmente percepisce frequenze fino a 16-19 kHz (solamente i più giovani: crescendo si sentono frequenze più basse). La frequenza degli ultrasuoni generalmente è compresa tra 16 –100 kHz: le nostre misurazioni dimostrano che le app antizanzare arrivano solo fino a 20kHz e per questo possono essere sentite da alcune persone, ma soprattutto dai bambini. Ma la colpa non è solo delle app: i cellulari hanno un filtro integrato che non permette di andare oltre ad alcune frequenze (quelli del nostro test erano limitati ai 22kHz). Nella versione iOS, oltretutto, i pop-up pubblicitari sono abbastanza molesti, oltre al suono emesso.

Non garantiscono alcuna protezione

Questi dispositivi non sono in grado di fornire alcun tipo di protezione: stai attento perché le zanzare non sono solo responsabili di fastidiose punture, ma possono causare anche la trasmissione di alcune malattie, con conseguenze anche gravi, come malaria o febbre gialla o la più recente Chikungunya, una malattia virale caratterizzata da febbre acuta. Se vuoi davvero essere protetto contro le zanzare, ti conviene optare per un buon prodotto repellente: nel nostro test non tutti i prodotti in commercio sono risultati efficaci, ma i migliori garantiscono una buona copertura. Scopri quali sono.


Scegli il repellente anti-zanzare


Stampa Invia