News

Epilatori alla prova

28 marzo 2012
Epilatori alla prova

28 marzo 2012

Il nostro test sugli epilatori è andato al sodo, valutando l’elemento fondamentale, e cioè la capacità di epilare bene, senza dolore e in poco tempo. La buona notizia è che il modello più economico tra quelli provati dalle nostre donne è anche uno dei migliori.

Il primo epilatore elettrico casalingo arrivò in Italia nel 1988, da un brevetto israeliano che si ispirava a un sistema usato fino a quel momento per spennare i polli. Si chiamava Epilady e fu una rivoluzione: due molle circolari incastravano i peli strappandoli dalla radice. Un successo, ma anche un piccolo strumento di tortura. Da allora si e aperto un mondo: anno dopo anno i grandi marchi di elettrodomestici hanno affinato e migliorato la rudimentale tecnica iniziale, proponendo nuovi epilatori, più efficaci e meno dolorosi. Il meccanismo, ora, e uguale per tutti: niente più molle, ma un rullo dotato di pinzette, che strappano il pelo muovendosi a rotazione. Quello che cambia da un modello all’altro e da una marca all’altra sono altri fattori: l’ergonomia, la quantità di optional, la qualità dei materiali... tutti elementi che fanno la differenza, sia sul prezzo, sia - ma non sempre - sull’efficacia.

Il Test
Ne abbiamo messo alla prova dieci modelli, anche di diverse fasce di prezzo, e nulla e sfuggito all’occhio attento degli esperti di laboratorio e alle donne reclutate per diverse prove pratiche di uso. Gli epilatori sono tutti indicati per gambe, braccia, ascelle e area bikini (il test e stato effettuato su una gamba).

Marche del test
  • Braun
  • Remington
  • Rowenta
  • Philips

Stampa Invia