News

Parabeni: arriva lo stop della Commissione europea

27 ottobre 2014
Parabeni: arriva lo stop della Commissione europea

27 ottobre 2014

Con l’approvazione di alcuni recenti regolamenti, la Commissione europea rivede le norme sull’utilizzo dei parabeni nei prodotti cosmetici. Per alcuni diminuiscono le dosi, altri, invece, vengono definitivamente banditi. Ecco tutte le novità ed ecco a cosa stare attenti quando si acquistano cosmetici.

Due i regolamenti che sono stati approvati dalla Commissione europea. Il primo (n.358/2014) che risale ad aprile scorso, mette definitivamente al bando 5 parabeni: isopropylparaben, isobutylparaben, phenylparaben, benzylparaben e pentylparaben. A settembre, il secondo regolamento (n.1004/2014) che obbliga:

  • ad abbassare le concentrazioni singole e individuali di propyl e butylparaben (e dei relativi sali) da 0,4% a 0,14%;
  • a non usare i due parabeni nei prodotti senza risciacquo applicabili all’area pannolino in bambini di età inferiore a tre anni;
  • a indicare, nei prodotti senza risciacquo destinati a bambini di età inferiore a tre anni, la scritta “non utilizzare nell’area pannolino”.

I produttori hanno tempo fino al 16 aprile 2015 per adeguare le formulazioni dei loro prodotti in vendita.

Il nostro parere

Bisogna riconoscere che, in materia di sicurezza nell’uso di prodotti cosmetici, sono stati fatti dei passi importanti e che le posizioni della Commissione, con queste ultime decisioni, si sono molto avvicinate alle nostre. Tuttavia vogliamo darvi alcuni suggerimenti in più.

  • Evita tutti i prodotti senza risciacquo che contengono propyl e butylparaben.
  • Bambini e donne in gravidanza: evitare tutti i prodotti (a risciacquo e non) che contengono i due parabeni.
  • Non tutti i parabeni sono pericolosi. Il Comitato scientifico per la sicurezza dei consumatori si è espresso chiaramente nel definire sicuri methyl ed ethylparaben alle attuali concentrazioni  massime ammesse.
  • Diffida quindi dei messaggi pubblicitari “senza parabeni”, “no parabeni” e/o “0% parabeni”. Come abbiamo già detto, i parabeni non sono le uniche sostanze critiche e non sono, tra loro, tutti uguali.

Stampa Invia