News

Prodotti erboristici troppo caos

01 ottobre 2009

01 ottobre 2009

E' facile confondersi tra un integratore erboristico e un farmaco vegetale: ce lo dicono i nostri soci e lo dimostra questa nostra indagine.
Basta fare un giro in farmacia per accorgersene: in commercio si trovano prodotti che contengono la stessa pianta, magari anche alle stesse dosi, e che sono contemporaneamente registrati come integratori e come farmaci. Il problema di fondo è la mancanza di una normativa che regoli il settore erboristico.

Distinzioni teoriche
Sulla carta la distinzione tra un farmaco e un integratore è molto chiara. Il primo è destinato a prevenire o curare una malattia dell'organismo umano: ha cioè un effetto terapeutico. Il secondo ha solo il compito di integrare la dieta comune, fornendo sostanze nutritive (vitamine, sali minerali…). In questa categoria rientrano anche gli integratori erboristici che per l'appunto hanno finalità salutistiche: non curano, ma, almeno in teoria, aiutano a mantenere lo stato di benessere dell'organismo.

Nella pratica questa distinzione diventa molto sfumata. Spesso, questi prodotti salutistici vengono usati liberamente da chi li compra a scopo di automedicazione, senza tenere conto di possibili effetti collaterali e interazioni con i farmaci; in qualche caso sono gli stessi medici a consigliarli come se avessero un effetto terapeutico, oppure lo fanno i farmacisti, gli erboristi, gli amici o i parenti.

Verso nuove categorie
Una direttiva europea sta cercando di portare un po' d'ordine nel settore. Il suo obiettivo principale è armonizzare la legislazione sui farmaci a base di prodotti vegetali. Per questo ha inserito una nuova categoria, quella dei farmaci vegetali tradizionali. In questo modo ci saranno criteri di qualità ben definiti per i farmaci vegetali e verranno applicati a questi medicinali procedure di vigilanza e di ritiro del tutto analoghe a quelle dei farmaci classici. Rimangono però alcuni problemi non da poco. Continueranno probabilmente a coesistere integratori e farmaci contenenti la stessa pianta. Inoltre l'efficacia e la sicurezza dei farmaci vegetali tradizionali si baserà solo sul fatto che sono usati da lungo tempo.


Stampa Invia