News

Prodotto anti calvizie sanzione a LOreal

27 aprile 2012

27 aprile 2012

L'Antitrust ha sanzionato L'Oréal Italia con una multa di duecentomila euro: il prodotto Vichy Dercos Aminexil Pro, contro la caduta dei capelli, non è così efficace come vuol far credere la pubblicità.

Duecentomila euro. E' questa la somma che dovrà pagare L'Oréal Italia, azienda leader nel settore cosmetico, per pratiche commerciali scorrette. Oggetto del provvedimento, deciso dall'Autorità garante per la concorrenza e del mercato, la pubblicità, diffusa a mezzo stampa, televisione e internet, del prodotto Vichy Dercos Aminexil Pro, contro la caduta dei capelli. Negli spot, diffusi tra ottobre e dicembre 2011, il trattamento anti-caduta viene presentato come rivoluzionario, provato in ambito ospedaliero, con scritte di percentuali molto alte di riduzione di caduta (-72% di caduta in tre mesi), accompagnate da immagini di uomini e donne che mostrano un visibile miglioramento dopo il trattamento.

Solo in caso di caduta temporanea
I messaggi diffusi tramite gli spot televisivi, giornali e internet, secondo l'Antitrust, per contenuti e modalità di presentazione, inducono i consumatori a pensare che il prodotto reclamizzato sia efficace qualunque sia la causa e l'entità della calvizie. Dalla documentazione (fornita dalla stessa L'Oréal) emerge invece che Dercos Aminexil Pro ha solo un'efficacia cosmetica e agisce quindi solo in caso di caduta temporanea, di entità lieve o moderata. Il 72% di riduzione della caduta, reclamizzato con molto entusiasmo dall'azienda, rimane dunque del tutto indimostrato. L'effetto ingannevole è poi rafforzato da affermazioni come la provata scientificità del prodotto che consolidano nel consumatore l'idea che si tratti di una nuova scoperta capace di arrestare la caduta di capelli.

Messaggio da modificare
Oltre al pagamento della multa L'Oréal Italia dovrà modificare i messaggi pubblicitari specificando il contesto limitato entro il quale il trattamento risulta efficace.

Stampa Invia