News

Shampoo: poca natura in Herbal Essences

18 luglio 2013
Shampoo: poca natura in Herbal Essences

18 luglio 2013

Il nome e la confezione fanno pensare alla natura: ma l’intensa profumazione non arriva dal mandarino, dal cocco o dal giglio, che in realtà sono in fondo alla lista degli ingredienti dell'etichetta. Ai primi posti, invece, ci sono le sostanze chimiche. 

Il nome, l'immagine di fiori e piante sul flacone, la denominazione delle profumazioni "Hawain coconut", "Pink Lily", "Mandarin": tutto degli shampoo Herbal Essences fa pensare ad un prodotto naturale. Ma non è proprio così.

Sono davvero essenze vegetali?

Basta leggere l'etichetta per vedere che c'è qualcosa che non va nella tanto evocata naturalezza del prodotto.

  • Nella prima parte della lista degli ingredienti, compare il "profumo" che - senz'altro dà un odore molto intenso, subito percepibile all'apertura del flacone - ma che è sintetico. Inoltre contiene molti allergeni (i più comuni sono Linalool, Hexyl Cinnamal, Limonene, Geraniol) e - di conseguenza - la sua presenza in grandi quantità aumenta i rischi di reazioni allergiche.
  • Che fine fanno le sostanze naturali? Il cocco, il giglio o il mandarino sono in coda alla lista degli ingredienti, presenti quindi in quantità bassissima e senza un valore funzionale per il prodotto.
  • Alla base della composizione di questo shampoo ci sono sostanze tensioattive (quelle che, producendo schiuma, sciolgono lo sporco) chimiche, come praticamente in gran parte dei prodotti presenti sul mercato (precisamente si tratta del Sodium Laureth Sulfate e del Sodium Lauryl Sulfate).

Per niente amico della natura

Anche dal punto di vista ambientale gli shampoo Herbal Essences tradiscono il loro nome. Il prodotto contiene Tetrasodium Edta, una sostanza tossica per gli organismi acquatici che, data la sua persistenza, può causare un certo danno nel lungo termine. Così come il methylisothiazolinone e il methylcloroisothiazolinone, conservanti che - inoltre - possono causare forme di sensibilizzazione cutanea. Anche gli allergeni, presenti in una certa quantità, non sono facilmente biodegradabili. Ogni shampoo, infine, contiene almeno due coloranti che - oltre a voler dare la percezione illusoria della derivazione del prodotto da mandarini arancioni o gigli rosa - aumentano il rischio di allergie e hanno un pessimo impatto sull'ambiente.

A proposito di allergeni, per chi ha una pelle particolarmente sensibile, sapere cosa c’è nei cosmetici che usa può evitare una fastidiosa irritazione cutanea o, nei casi  più gravi, una vera e propria reazione allergica: consulta la "black list" degli allergeni e delle sostanze più a rischio per soggetti sensibili.

Serve la lente di ingrandimento

Leggere la lista degli ingredienti di Herbal Essences, insomma, non è esattamente un piacere: per il contenuto, ma anche per la piccolezza dei caratteri. Anche il contrasto di colori - come nella scritta bianca sullo sfondo azzurro - non aiuta la leggibilità dell'etichetta.


Stampa Invia