Consigli

Colesterolo: consigli per come combatterlo

11 febbraio 2015
COLESTEROLO

11 febbraio 2015

La ricetta migliore per prevenire problemi cardiovascolari è seguire le regole di una vita sana: dieta, attività fisica e, solo in alcuni casi, terapie farmacologiche.

Il 32% degli Italiani afferma di avere problemi di colesterolo alto, ma la nostra inchiesta ha rivelato come, in generale, ci sia sempre più disinformazione sull’argomento. Un quarto delle persone in cura si affidano solo ai farmaci, ma bisogna fare attenzione: le ricerche dimostrano che questi medicinali sono necessari solo a chi ha rischi elevati di ictus o infarto e che usarli solo perché il colesterolo è un po' alto più che dare benefici rischia di fare danni, al livello muscolare o al fegato ad esempio.

I nostri consigli 

La regola generale è quella di prevenire eventuali guai alla salute attraverso le buone abitudini, a tavola, ma non solo:

  • La dieta deve essere povera di grassi saturi e colesterolo: spazio limitato, dunque, per la carne (soprattutto rossa), salumi e formaggi;
  • Alla larga dai fritti e dal burro.
  • Ridurre il contenuto di sale e minimizzare l’acquisto di piatti pronti, che ne sono ricchi.
  • Mangiare molta verdura, condita con olio di oliva, e molta frutta.
  • Due o tre volte a settimana è importantissimo il pesce, ricco di omega-3;
  • Via libera anche alle noci, buona fonte di grassi insaturi, ai cereali, al riso integrale e ai legumi.
  • Mai più di un bicchiere di vino per pasto, mentre i superalcolici andrebbero banditi;
  • Tenersi in forma è importante e perdere il peso in eccesso riduce i rischi cardiovascolari. Bisognerebbe dedicare almeno trenta minuti al giorno all’attività fisica.
  • Il fumo è uno dei principali fattori di rischio che, a parità di condizioni, raddoppia il rischio di morire d’infarto: smettere di fumare da benefici già dopo un anno.
  • Combattere lo stress aiuta a tenere bassa la pressione e riduce il rischio di eventi cardiovascolari: non ci sono ricette magiche per vincerlo, ma può essere d’aiuto dedicarsi a pratiche di rilassamento o meditazione.
  • Prestare molta attenzione ai rimedi fai da te, come bottiglie di latte fermentato anticolesterolo o integratori a base di riso rosso. Queste sostanze possono, nella migliore delle ipotesi, non servire a nulla, oppure scatenare effetti indesiderati. È sempre meglio assumerli sotto stretto controllo medico.

Consulta il nostro calcolatore per conoscere il tuo livello di rischio cardiovascolare: inserendo pochi dati (sesso, età, presenza di diabete, abitudine al fumo, pressione massima, colesterolo totale) è possibile anche quantificare quanto si modifica il livello di rischio cambiando abitudini di vita.


Cuore in forma


Stampa Invia