News

Celiachia in vigore il nuovo regolamento

25 febbraio 2009

25 febbraio 2009

Il nuovo regolamento sulla composizione ed etichettatura dei prodotti destinati alle persone intolleranti al glutine dovrebbe far chiarezza nel settore. Ma non è proprio così.

Il nuovo regolamento sulla composizione ed etichettatura dei prodotti destinati alle persone intolleranti al glutine dovrebbe far chiarezza nel settore. Ma non è proprio così.

Tra le novità in arrivo con la nuova normativa c'è la dicitura "con contenuto di glutine molto basso" destinata ai prodotti dietetici con contenuto di glutine tra 21 e 100 ppm, ovvero che non superano i 100 mg di glutine per chilo. Un'indicazione che - secondo noi - confonde: questi prodotti possono essere consumati dai celiaci?

La dicitura, infatti, dice che il glutine c'è, anche se in ridotta quantità. Ecco perché l'Aic (Associazione italiana celiachia) ne sconsiglia il consumo a chi soffre della diffusa intolleranza.

Resta invece invariata la dicitura "senza glutine", applicabile ai prodotti alimentari (dietetici e ora anche convenzionali) che contengono meno di 20 ppm di glutine.

Ricordate: di fatto questi ultimi sono gli unici adatti a chi è stata diagnosticata la celiachia.


Stampa Invia