News

Cellule staminali la realta e le speranze

01 aprile 2009

01 aprile 2009

Le cellule staminali sono presentate da più parti come la più grande speranza della medicina del XXI secolo. Attenzione, però: stiamo parlando di promesse. Al momento le reali opportunità terapeutiche sono estremamente limitate.

Cellule capaci di trasformarsi
La caratteristica che rende le cellule staminali così interessanti è la loro capacità di riprodursi e trasformarsi in tutte le cellule dell'organismo. Possono diventare cellule del fegato, del cuore, delle ossa, del sistema nervoso… cose che una cellula matura non è più in grado di fare. Questo apre grandi prospettive per la cura di malattie degenerative tra le più diffuse e gravi, come il morbo di Parkinson o il diabete giovanile.

Terapie attuali
Tuttavia, la strada dell'uso delle staminali è irta di difficoltà: bisogna sviluppare nuove tecniche per ottenere il tipo di cellula desiderato, realizzare colture cellulari sicure, trovare il sistema di impiantarle nell'organismo, prevenire reazioni indesiderate. A oggi, l'unica terapia cellulare consolidata è quella basata sull'uso di cellule staminali adulte del sangue per malatie come leucemie e linfomi.

Staminali embrionali e adulte: quali differenzebr> Esistono due tipi di cellule staminali: le embrionali e le adulte o somatiche.

  • Embrionali. Sono i mattoni indifferenziati dai quali la natura parte per costruire l'organismo umano. Si ottengono dall'embrione dopo 4-5 giorni dalla fecondazione. Per la ricerca si utilizzano gli embrioni crioconservati ottenuti nell'ambito delle procedure di fecondazione assistita, risultati in soprannumero e destinati comunque alla distruzione nel giro di qualche anno. Sono più plastiche e si riproducono più facilmente in laboratorio.
  • Somatiche o adulte. Sono naturalmente presenti in alcuni organi del corpo umano, come cervello, midollo osseo, sangue, cordone ombelicale. Hanno minore capacità di trasformazione rispetto alle staminali embrionali: si trasformano soltanto nelle cellule dello stesso tessuto di appartenenza. Sono più difficili da utilizzare per la ricerca.

Diffidare delle promesse di miracoli
Su internet e altrove non mancano i siti che offrono fantomatiche terapie cellulari a base di "iniezioni di staminali" o simili. Al momento, non ci sono prove scientifiche a conferma dell'efficacia e della sicurezza di queste terapie, che sono proposte a costi tutt'altro che contenuti. Meglio stare alla larga.


Stampa Invia