News

Curarsi allestero emergenze e scelte

01 giugno 2009

01 giugno 2009

Tutti i cittadini europei, mentre sono in viaggio in un altro stato membro, hanno diritto a ottenere le cure sanitarie e il rimborso, grazie all'intervento dei sistemi sanitari nazionali di ciascun Paese.

Cosa fare in caso di emergenza
Se vi trovate in qualsiasi Stato dell'Unione europea e in quelli extra-Ue, con cui l'Italia ha stipulato delle convenzioni e vi capita un problema di salute, imprevisto e del tutto inatteso, dopo aver presentato la Tessera europea di assicurazione malattia (Team), che in Italia coincide con la tessera per l'assistenza sanitaria nazionale, potrete usufruire delle cure necessarie, e - se ci sono spese - sarete risarciti dalla vostra Asl. Ricordatevi, dunque, di portare con voi la tessera sanitaria quando viaggiate e di conservare tutta la documentazione di spesa fino al ritorno.

Se l'intervento è pianificato
Pianificare un intervento all'estero è consentito solo se avete bisogno di una prestazione che non potete ricevere in Italia o se i tempi di attesa sono troppo lunghi: per farlo dovete recarvi alla vostra Asl di residenza e presentare la domanda, insieme a una relazione medica, che motivi la richiesta e contenga l'indicazione del centro al quale vi volete rivolgere.


Stampa Invia