News

Dentisti, i prezzi città per città. Bologna la più cara

24 aprile 2016
dentisti

24 aprile 2016

Per la stessa prestazione a Bologna e Milano si può arrivare a pagare fino al 20% in più rispetto a Napoli, la città con i prezzi più bassi. Nella nostra inchiesta abbiamo girato sei città e individuato i prezzi medi delle sette prestazioni più frequenti. Per i lavori semplici le catene sono più convenienti degli studi tradizionali.

Una pulizia dei denti fatta a Milano o a Bologna costa in media 95 euro, mentre a Napoli 75. Se poi ci si rivolge a una delle tante catene di dentisti in franchising, i costi scendono: in media si spendono 42 euro. Ma come si fa a capire in cosa consiste il trattamento che il dentista ci sta proponendo e se il prezzo che chiede è accettabile? Per darti un’indicazione abbiamo individuato sette prestazioni tra le più frequenti e abbiamo chiesto i prezzi a 145 studi dentistici di sei città.


L'inchiesta completa

Quattro italiani su dieci limitano le loro visite dal dentista per ragioni economiche. Tra le sei della nostra inchiesta, Napoli è la città dove i prezzi medi sono i più bassi. A Milano e a Bologna si può arrivare a spendere fino al 20% in più. La tabella mette a confronto i prezzi medi nelle varie città. Prendendo come riferimento Napoli, la città con i prezzi più bassi, sono indicate in percentuale quanto costano in più le stesse prestazioni in altre città.

Prendendo come riferimento Napoli, la città con i prezzi più bassi, sono indicate in percentuale quanto costano in più le stesse prestazioni in altre città
A confronto i prezzi medi

I prezzi cambiano da città a città

Per una pulizia dei denti i prezzi sono molto variabili. C’è chi se la fa pagare 50 euro e chi chiede il triplo. Una seduta di igiene orale costa di più a Milano e Bologna (in media 95 euro), meno a Napoli (75 euro in media). Il 46% dei dentisti della nostra inchiesta, per devitalizzare un dente chiede un compenso tra 250 e 350 euro. Ma c’è una grande variabilità delle tariffe: si va da un minimo di 150 a un massimo di 650 euro (a Bologna, il quadruplo. Per un ponte a tre elementi, in media nelle sei città dell’inchiesta non si va sotto i 2.082 euro. I dentisti di Napoli si fanno pagare meno (in media 1.767 euro) mentre Bologna e Milano sono le più care con circa 2.350 euro.

Sui lavori semplici, le catene convengono

Abbiamo dato un’occhiata anche ai listini delle catene di dentisti in franchising che si propongono come convenienti e professionali. Abbiamo chiesto i prezzi delle prestazioni più diffuse, confrontandoli con quelli degli studi privati dell’inchiesta. Le catene sono in media molto più convenienti per la pulizia dei denti (42 euro di media contro gli 86 degli studi privati), l’otturazione (le catene fanno pagare in media 87 euro, mentre gli studi privati 124) e la devitalizzazione (185 euro rispetto ai 277 degli studi odontoiatrici). Per i lavori più complessi i prezzi si avvicinano a quelli degli studi privati. La prima visita nei centri è sempre gratuita, come solo nel 61% degli studi tradizionali. In questi ultimi, quando la prima visita è a pagamento, si sborsano in media 71 euro.


Stampa Invia