News

Infezioni ospedaliere basta lavarsi le mani

01 ottobre 2009

01 ottobre 2009

In Italia ogni anno le infezioni in corsia sono dalle 450 alle 700 mila. Per prevenirle basterebbe più igiene fra il personale e i visitatori, a partire da un gesto semplicissimo: lavarsi spesso le mani.

Le infezioni costano
Per "infezioni ospedaliere" si indicano infezioni che compaiono nei pazienti nel contesto di un ricovero in ospedale. Non è un fenomeno esclusivamente italiano, ma un problema presente anche in Europa e negli Stati Uniti.

A contagiare i pazienti possono essere gli altri pazienti, il personale sanitario, le condizioni igieniche della struttura. Oltre a causare molti decessi e a mettere a rischio la sicurezza dei malati, non è da trascurare anche l'aspetto economico. L'insorgere di un'infezione aumenta i tempi del ricovero, e quindi i costi. In Europa per le infezioni in corsia si spendono tra i 13 e i 24 miliardi di euro.

Come prevenire l'insorgere di infezioni in corsia
Gli studi dimostrano che se il personale sanitario si lavasse più spesso le mani i decessi per infezioni diminuirebbero molto. Ma per arginare questo fenomeno servirebbe anche una maggiore omogeneità nell'applicazione delle norme europee. La legge italiana dal 1985 prevede in ogni ospedale la presenza di Comitati di Controllo per le infezioni (CIO), ma troppo spesso non viene applicata. Per proteggere i pazienti e evitare spese inutili sarebbe ora di rendere i comitati operativi e efficienti in tutte le strutture sanitarie nazionali.


Stampa Invia