News

Morbo di Parkinson, le cure aiutano

01 febbraio 2010
parkinson

01 febbraio 2010

La malattia di Parkinson è un disturbo neurologico degenerativo, cronico e progressivo. Gli esperti consigliano che l'atteggiamento giusto da parte del malato è sforzarsi di accettare la situazione e seguire scrupolosamente cure e consigli.

Cosa fare se si ha il sospetto di soffrire di morbo di Parkinson?

  • Per prima cosa, parlarne con il proprio medico di base. Se il sospetto è confermato, rivolgersi a un neurologo specialista.
  • Per arrivare alla diagnosi, l'esperto valuterà attentamente i sintomi. I più caratteristici sono: tremore degli arti, specialmente a riposo, rigidità, lentezza nei movimenti.
  • Cercare di accettare la diagnosi, nella consapevolezza che esistono terapie in grado di controllare i sintomi, tutelando la qualità della vita.

Qual è l'atteggiamento più utile da parte del malato?

  • Seguire con precisione tutti i suggerimenti del neurologo, attenersi con scrupolo alle indicazioni anche nel campo dell'alimentazione, dello stile di vita e delle possibili terapie di sostegno.
  • Vivere il più serenamente possibile, non superando mai la soglia di stanchezza, per non stressare l'organismo.
  • Diffidare di terapie miracolose, magari basate sulle staminali: oggi non c'è nulla di affidabile.
  • Contattare una associazione di pazienti, per avere indicazioni pratiche sull'assistenza e le agevolazioni (anche fiscali) previste dalla legge.

Stampa Invia