News

Sigarette elettroniche: vietata la vendita ai minori di 18 anni

03 aprile 2013
sigaretta elettronica

03 aprile 2013

È vietata la vendita di sigarette elettroniche con presenza di nicotina ai minori di 18 anni. La decisione è stata presa dal ministero della Salute, che ha anche chiesto al Consiglio superiore di sanità di stabilire se questi prodotti possono essere classificati come farmaci al pari dei medicinali contenenti nicotina.

È vietata la vendita di sigarette elettroniche con presenza di nicotina ai minori di 18 anni. La decisione è stata presa dal ministero della Salute, che ha alzato il divieto prima fissato a 16 anni, equiparandolo di fatto a quello per la vendita dei prodotti del tabacco.

Al vaglio la classificazione come farmaco

Il ministero della Salute ha chiesto al Consiglio superiore di sanità una valutazione per stabilire se le sigarette elettroniche e le ricariche contenenti nicotina o altre sostanze, possano essere classificate come medicinali al pari dei farmaci a base di nicotina, come gomme da masticare, compresse, cerotti e inalatori. Tutti medicinali, quest'ultimi, autorizzati come aiuto per smettere di fumare. Ad oggi, infatti, le sigarette elettroniche, anche quando contengono nicotina, non sono considerate né farmaco né dispositivo medico, ma semplice "articolo" sottoposto alla sicurezza generale dei prodotti.
La richiesta di valutazione per la classificazione come farmaco delle sigarette elettroniche, arriva dopo che nei mesi scorsi, sempre il Ministero, aveva richiesto all'Istituto superiore di sanità di pronunciarsi sui potenziali rischi derivanti dall'utilizzo di questi prodotti. In quell'occasione, l'Istituto ha evidenziato come, anche con un uso moderato di questi apparecchi, si può superare la dose giornaliera accettabile di nicotina stabilita dall'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Non ha quindi potuto escludere effetti dannosi per la salute. 


Stampa Invia