Speciali

Tamponi rapidi in farmacia: prezzi variabili

Fare un tampone antigenico rapido in farmacia costa da un minimo di 15 euro in Emilia Romagna a un massimo di 35-40 euro in Lombardia e Piemonte, le due Regioni dove non c’è ancora un accordo per calmierare il prezzo (anche se in Piemonte è stato annunciato). In media, per un tampone rapido in farmacia, si spendono 23 euro. E, a differenza del tampone fai da te, è sufficiente per ottenere il green pass nazionale.

  • contributo tecnico di
  • Laura Filippucci
  • di
  • Simona Ovadia
25 maggio 2021
  • contributo tecnico di
  • Laura Filippucci
  • di
  • Simona Ovadia
tamponi rapidi

In questi mesi, il tampone rapido si è pian piano imposto come sistema privilegiato per il controllo del Covid-19, tanto che a inizio di gennaio il ministero della Salute ha deciso di inserirli nel conteggio giornaliero dei tamponi nei bollettini. Se fino a ieri i tamponi antigenici rapidi (assieme a quelli molecolari, che necessitano invece di un tempo più lungo per avere un responso) si potevano fare solo nei laboratori di analisi, la possibilità di effettuarle quelli rapidi anche in farmacia ha sicuramente contribuito alla loro diffusione. Occorre però chiarire che i tamponi rapidi (antigenici) di cui stiamo parlando non hanno nulla a che vedere con i tamponi rapidi fai da te che si possono acquistare non solo in farmacia, ma anche nei supermercati, e che hanno il fondamentale problema della tracciabilità dei risultati.

Tornando ai tamponi rapidi antigenici, il Lazio è stata la prima a partire con il test nelle farmacie stabilendo, con un accordo tra giunta e sigle sindacali dei farmacisti, anche un prezzo massimo di 22 euro. Hanno seguito l’esempio molte altre Regioni, ognuna con il suo tetto. Fa ancora eccezione la Lombardia che, sebbene sia stata sollecitata in tal senso da alcuni consiglieri della giunta, lascia ancora la definizione del prezzo alla discrezione dei singoli farmacisti.

243 farmacie in otto Regioni

Per fare il punto della situazione abbiamo contattato 243 farmacie in otto Regioni. Di queste 156 hanno confermato la possibilità di eseguire il test. In particolare, in Liguria ne abbiamo contattate 21 senza esito e in Sicilia 36 con una sola risposta positiva (una farmacia di Messina). Otto volte su dieci il test va prenotato prima, ma non serve la ricetta del medico e i tempi d’attesa sono veloci. Tuttavia, dato che molto spesso le farmacie non eseguono tamponi tutti i giorni, è sempre meglio telefonare per verificare la disponibilità. Nella maggior parte dei casi (75%) le farmacie hanno specificato che si tratta di tamponi di nuova generazione.