Attenzione a

Ritirati antidolorifici per bimbi: stop alla codeina

31 luglio 2013
codeina

31 luglio 2013

L'Aifa ha disposto il ritiro dei medicinali per bimbi che contengono questa sostanza: potrebbero causare problemi respiratori gravi. Vietato l'uso ai bambini sotto i 12 anni. Ecco quali sono i farmaci in questione e chi, oltre ai più piccoli, deve tenersi alla larga da questo analgesico.

Vietati ai bambini sotto i 12 anni i farmaci con codeina, un potente antidolorifico: possono causare gravi problemi respiratori. L'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto il ritiro di questi medicinali che la contengono.

  • Tachidol bambini bustine e sciroppo
  • Il generico Paracetamolo + Codeina Angenerico bustine e sciroppo
  • Lonarid bambini supposte

Se ne hai in casa non usarli e riportali in farmacia. In generale, ti ricordiamo che il farmaco più adatto al trattamento del dolore nei bambini resta il paracetamolo o, in alternativa e a discrezione del pediatra, l’ibuprofene.

 

Scegli il farmaco equivalente

Perché la codeina può essere un rischio

Si tratta di un farmaco oppiaceo che nell'organismo si trasforma in morfina, la sostanza che poi esercita l'effetto antidolorifico. Alcune persone metabolizzano rapidamente la codeina per cui i livelli di morfina presenti nel sangue raggiungono in fretta un livello piuttosto elevato. È questo ad aumentare il rischio di effetti tossici, tra cui le difficoltà respiratorie. In particolare, questi problemi si sono verificati soprattutto nei bambini che soffrivano di apnea notturna e avevano subito un’operazione chirurgica di asportazione delle tonsille o delle adenoidi.

Chi non deve usarla

Non solo i bambini sotto i 12 anni non devono assumere questi farmaci, ma - come specifica la stessa Aifa - anche altri soggetti devono tenersi alla larga dai medicinali presenti sul mercato che la contengono.

  • Ragazzi sotto i 18 anni con problemi della funzionalità respiratoria
  • Ragazzi sotto i 18 anni dopo interventi di rimozione delle tonsille e/o delle adenoidi
  • Donne che allattano (la codeina può passare al neonato attraverso il latte materno)
  • Persone che hanno già avuto problemi seri con l’utilizzo della codeina
In ogni caso, i farmaci che la contengono devono essere usati alla dose più bassa possibile e per un periodo il più breve possibile.

Stampa Invia