News

Antizanzare naturale non e sinonimo di sicuro

13 luglio 2010
antizanzare

13 luglio 2010

Anche se la pubblicità lo dà spesso a intendere, "naturale" non significa "sicuro" (e spesso neanche di efficace). Soprattutto se è un prodotto che va a contatto con la pelle dei bambini e presenta un elevato contenuto di alcol e allergeni. È il caso proprio dell'antizanzare Baby Natural (sia Gel sia Spray) della Bouty di Milano, che vi sconsigliamo.

Presidio medico? No, semplicemente un cosmetico
Per la legge italiana, i repellenti per zanzare devono riportare in etichetta la dicitura "Presidio medico chirurgico" seguita dal numero di autorizzazione ministeriale. Baby Natural non riporta questa indicazione: si tratta infatti di un semplice cosmetico e quindi non può vantare una specifica efficacia antizanzare, nascondendosi dietro generiche frasi del tipo "protegge in modo naturale", "addio zzz", ""protegge la cute da agenti esterni". Acquistarlo può essere una scelta, ma si deve essere consapevoli del fatto che non si può comprare questo tipo di prodotti e aspettarsi l'efficacia di Autan o simili.

Alcol e allergeni. Altro che naturale
Nelle confezioni di Natural Baby, l'ingrediente più presente in percentuale dopo l'acqua è l'alcol, indispensabile per veicolare gli olii essenziali, ma aggressivo nei confronti della pelle, in particolare per quella sensibile dei bambini. È possibile anche che si verifichi una reazione di fotosensibilizzazione se il prodotto è utilizzato di giorno con esposizione diretta alla luce solare (ad es. al pomeriggio al parco).

Inoltre Natural Baby contiene ben sette allergeni della pelle (eugenol, citronellol, limonene, citral, farnesol, geraniol, linalool) che derivano dagli olii essenziali ma sono comunque fonte di rischio, considerando la vulnerabilità dei soggetti.

Baby Natural, malgrado il nome, contiene infine anche altre sostanze non naturali. Ad es. il peg-40 hydrogenated castor oil, che compare come terzo ingrediente della lista e quindi più numeroso delle sostanze naturali. Attenzione su questo punto, perché l'informazione è ben nascosta dal produttore: dalla parte in italiano Bouty riporta solo l'elenco degli olii essenziali (chiaramente una scelta per conferire allo spray e al gel un'aurea di naturalezza e scientificità), mentre dalla parte in inglese si trova l'elenco completo degli ingredienti (come, del resto, prescrive la legge per i prodotti cosmetici).

No allo spray, meglio la crema
Sconsigliamo in generale l'uso degli spray sui bambini per il pericolo di ingestione o contatto con gli occhi e, in particolare per Baby Natural che ha un elevato contenuto di alcol. Meglio quindi meglio usare creme o gel da spalmare e non da spruzzare, purché siano presidi medici.


Stampa Invia