News

Come combattere il dolore cronico

30 novembre 2011
Come combattere il dolore cronico

30 novembre 2011

La nostra inchiesta: un terzo di chi ha un malanno costante si fa la diagnosi da sé. Non è la strada migliore: con l’aiuto del medico si può affrontare il problema alla radice.

Abbiamo voluto capire come le persone affrontano il dolore cronico, ovvero costante o ricorrente. Con un questionario abbiamo voluto raccogliere informazioni su quali sono i tipi più frequenti, cosa si fa per tenerli sotto controllo o cercare di farli passare, come si decide la cura. Ne sono emersi diversi dati interessanti, per esempio che ben il 39% degli intervistati afferma di soffrire di un dolore cronico: più di una persona su tre. E uno su tre se lo autodiagnostica: insomma decide che il suo è un problema cronico anche senza consultare medici né specialisti.

Donne in prima linea

Le donne ne soffrono più degli uomini, le persone di una certa età più dei giovani, ed è significativamente più alta la percentuale di chi ne soffre tra coloro che hanno scarse risorse economiche.

Vince il mal di schiena

Il dolore cronico più frequente è il mal di schiena (ne è afflitto il 63% degli intervistati), seguito dai dolori muscolari e articolari e dal mal di testa. Più della metà degli intervistati, in generale, soffrono di dolori cronici muscolo-scheletrici. Ma il dolore cronico o ricorrente più insopportabile è quello legato al mal di denti o a patologie della bocca. Quello considerato invece più fastidioso o spiacevole è quello legato a problemi urologici.

Farmaci fai da te

Quasi il 20 per cento di chi soffre di dolore cronico ha affermato di aver assunto farmaci da banco su propria decisione, cioè senza consultare il medico o il farmacista.

Stampa Invia