News

Prodotti dopo puntura: non aspettarti troppo

15 giugno 2016
dopopuntura zanzare

15 giugno 2016

Stick, gel, spray o, per i più temerari, anche scariche elettriche. I prodotti che promettono di alleviare il fastidio delle punture di zanzara sono cosmetici su cui è bene non riporre troppe aspettative. Non sempre sono efficaci e possono contenere ingredienti pericolosi soprattutto per i più piccoli.

Meglio non aspettarsi troppo da nessun prodotto dopo puntura: per legge, infatti, questi rimedi rientrano nella categoria dei cosmetici e possono vantare solo azioni lenitive, emollienti, rinfrescanti o idratanti. Possono mitigare il fastidio e dare sollievo, ma non possono vantare alcun effetto su dolore, infiammazione, gonfiore e irritazioni. Per queste indicazioni infatti serve un prodotto che abbia proprietà medicinali.

Cerchi rimedio contro le zanzare? Ti aiutiamo noi

Se stai cercando il modo per tenere lontane le zanzare, consulta il nostro ultimo test sui repellenti.


Antizanzare: confronta e scegli


Per bambini? Non sempre è così

Alcuni dopo puntura si presentano come “adatti ai bambini piccoli” e alle persone con pelle sensibile. Come abbiamo mostrato in alcune foto della gallery, abbiamo controllato gli ingredienti di due di questi. Chicco Penna Sollievo lenitivo 0+ (cioè proposto dai primi mesi di vita dei bambini), per esempio, contiene alcol, quattro conservanti (di cui uno è un liberatore di formaldeide) e ben otto composti segnalati come frequenti allergeni. Orphea dopo puntura “pelli sensibili”, invece, sarà anche senza ammoniaca, ma in compenso contiene alcol (è il primo ingrediente), cinque conservanti e cinque allergeni.

Quali ingredienti troviamo nelle formulazioni?

I “dopo puntura” sono prodotti generalmente a base di diversi ingredienti, tra i più diffusi troviamo:

  • Ammoniaca: attenua il prurito, ma può essere irritante per occhi e vie respiratorie e, in caso di ingestione, è molto pericolosa. Potrebbe addirittura provocare piccole ustioni sulle pelli sensibili e su quelle dei bambini.
  • Alcol: evapora in fretta per cui ha azione rinfrescante e dona sollievo, ma può provocare disidratazione cutanea e sensibilizzazione. Sconsigliato per le pelli sensibili e sui bambini.

Contengono inoltre allergeni da oli essenziali o profumazioni e conservanti, anch’essi frequenti cause di reazioni indesiderate.

Possibili alternative

Senza dubbio il miglior rimedio è la prevenzione. Se invece siamo stati punti, bisognerebbe cercare di non grattarsi. Per alleviare il fastidio, è possibile provare alcune alternative:

  • acqua fredda o cubetto di ghiaccio in un fazzoletto di stoffa: anestestetizza leggermente la pelle,
  • pastella di bicarbonato di sodio e acqua: allevia un po’ il fastidio. Si può usare per i bambini (anche come effetto placebo) perché è commestibile,
  • allume di potassio o pietra di allume: noto come deodorante o cicatrizzante dopobarba, può essere usato anche per alleviare un po’ il prurito.

I consigli dell'esperto 

Problemi con zanzare, formiche e scarafaggi? Guarda l'ultima puntata di "Valassina 22" e ascolta i consigli del nostro esperto su come liberarti da questi fastidiosi insetti.


Stampa Invia