News

Prevenzione della malaria, attenti al Lariam

16 maggio 2016
zanzara

16 maggio 2016

Il farmaco a base di  meflochina è usato per difendersi dalla malattia infettiva prima di partire per aree a rischio oltre che per il trattamento della stessa patologia. Ma può avere effetti indesiderati di tipo psichiatrico, come insonnia, ansia e depressione.

Quest’estate viaggerai verso paesi esotici? Africa, America Latina o Asia? Prima di partire controlla quali farmaci è consigliabile portare con te e confronta i prezzi per scegliere l'equivalente meno caro. 

Altrettanto importante è capire quale tipo di prevenzione fare già da casa, prima di partire. Tra le più problematiche c'è quella per la malaria, una malattia infettiva trasmessa all’uomo da zanzare del genere Anopheles e che rappresenta un reale pericolo nei Paesi a rischio. Ma attenzione al Lariam, un farmaco a base di meflochina che si assume una settimana prima di partire e può causare effetti indesiderati di tipo psichiatrico.

Rischio insonnia, ansia e depressione

A fine giugno l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha pubblicato sul suo sito un’importante nota informativa sottolineando che il Lariam può causare - con frequenza - sogni anomali, insonnia, ansia e depressione. Meno frequenti, ma comunque possibili, effetti come allucinazioni, psicosi, pensieri suicidi o comportamenti autolesionisti.

Chi non deve assumerlo

È importante che il Lariam non venga usato da chi soffre di questi problemi.

  • Disturbi psichiatrici: depressione, disturbo d'ansia, psicosi, schizofrenia
  • Problemi di convulsioni (epilessia)
  • Gravi malfunzionamenti del fegato

Cosa fare

Nel caso di effetti indesiderati segui queste indicazioni.

  • Interrompi immediatamente la somministrazione del farmaco e rivolgiti con un urgenza a un medico per farti prescrivere un altro medicinale per la prevenzione della malaria
  • Sia gli operatori sanitari che i pazienti devono segnalare al responsabile della vigilanza sui farmaci della loro Asl qualunque reazione avversa che compare durante la terapia

Stampa Invia