News

Osteoporosi: rischio di problemi al cuore con i farmaci Protelos e Osseor

21 gennaio 2014
rischi cuore

21 gennaio 2014

Aumento del rischio di gravi problemi cardiaci. Per questo motivo il Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza ha raccomandato la sospensione dell’uso di Protelos e Osseor, farmaci a base di stronzio ranelato. Se li usi per la cura dell’osteoporosi, rivolgiti al tuo medico di fiducia e rivedi insieme a lui la terapia.

Il Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (Prac), organo tecnico dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema), ha raccomandato la sospensione dei medicinali Protelos e Osseor, a base di stronzio ranelato, usati per il trattamento dell’osteoporosi. La decisione arriva dopo un’attenta valutazione del rapporto benefici/rischi legati all’uso dei due farmaci: i primi sarebbero inferiori ai secondi. Si è infatti visto che l’utilizzo dei due medicinali ha portato a un aumento del rischio di gravi problemi cardiaci (incluso l’attacco cardiaco). Inoltre, Protelos e Osseor sono stati associati ad altri rischi, come gravi reazioni cutanee, alterazioni della coscienza, convulsioni, infiammazione del fegato, riduzione del numero di cellule nel sangue.

Per l'osteoporosi esistono cure più efficaci e sicure

Protelos e Osseor sono usati nei Paesi dell’Unione europea per il trattamento dell’osteoporosi (patologia che rende le ossa fragili) in donne che hanno superato la menopausa e che sono ad alto rischio di fratture della colonna vertebrale e dell’anca. Sono anche utilizzati per il trattamento dell’osteoporosi grave in uomini ad alto rischio di fratture. Gli esperti del Prac hanno evidenziato, però, che i due farmaci a base di stronzio ranelato hanno un effetto modesto nei confronti dell’osteoporosi. Inoltre possono causare reazioni gravi. Per questo ha raccomandato che non vengano più usati nel trattamento dell’osteoporosi.
Se sei tra i pazienti che stanno seguendo una terapia con uno di questi due farmaci, ti consigliamo di rivolgerti al tuo medico di fiducia e di rivedere insieme a lui la terapia. Per il trattamento dell’osteoporosi, infatti, esistono farmaci più efficaci e sicuri di Protelos e Osseor, come quelli appartenenti alla famiglia dei bifosfonati (l’alendronato, per esempio).

La nostra banca dati farmaci contiene più di 14mila medicinali: può esserti utile per capire qual è il medicinale che costa meno fra quelli che hanno lo stesso principio attivo.


Trova il farmaco meno caro

La decisione finale

La raccomandazione del Comitato di valutazione dei rischi è ora al vaglio del Comitato per i medicinali a uso umano, organo anche questo dell’Agenzia europea dei medicinali, a cui spetta l’ultima parola. Il parere definitivo verrà inoltrato alla Commissione europea, che prenderà la decisione finale riguardo la vicenda.

I precedenti

Nel 2011 la Servier, che produce il Protelos, era stata messa “sotto inchiesta”. L’azienda francese aveva taciuto dati molto importanti sulla sicurezza del farmaco, riscontrati durante la sperimentazione, tenendo nascosto il fatto che il ranelato di stronzio, principio attivo alla base del Protelos, aveva procurato in alcuni pazienti gravi reazioni allergiche.


Stampa Invia